Gestione illecita di rifiuti a Ventimiglia, carabinieri forestali denunciano cinque persone

La ditta incaricata di effettuare i lavori di regimazione delle acque piovane in località Fogliarè ha occultato i materiali di scarto nel terreno a bordo strada che è franato svelando la verità

Ventimiglia. I  carabinieri forestali di Ventimiglia hanno rilevato la presenza di una massa terrosa a lato della sede stradale della ex SS20 in località Bocche del Comune di Ventimiglia, assimilabile a una frana, che costituiva un evidente pericolo per la circolazione.

Una più accurata ispezione dell’accumulo ha permesso di acclarare come si trattasse di materiale terroso misto a frammenti di asfalto. Le conseguenti indagini hanno consentito di accertarne la provenienza da lavori di regimazione delle acque piovane in località Fogliaré.

La ditta incaricata non è stata in grado di fornire il formulario previsto per lo smaltimento del materiale ricavato dallo scavo, come previsto dal decreto legislativo n. 152/2006, anche per rifiuti speciali non pericolosi, come nel caso di specie, ed è stata pertanto contestata la violazione dell’articolo 256 del predetto disposto normativo, trattandosi di attività di gestione illecita di rifiuti.

Sono state quindi denunciate cinque persone alla Procura della repubblica di Imperia ovvero il rappresentante
della ditta esecutrice dei lavori, l’esecutore materiale, il direttore tecnico e quello operativo dei lavori
commissionati dalla società Anas S.p.A., nonché l’attore materiale dello smaltimento.