Quantcast
Coronavirus, troppa gente fuori casa a Camporosso. Scattano i controlli - Riviera24
Il provvedimento

Coronavirus, troppa gente fuori casa a Camporosso. Scattano i controlli

Sindaco Gibelli: «Purtroppo abbiamo visto gruppetti di persone sul lungomare e sulla ciclabile. Ricordo che è vietato».

Davide Gibelli

Camporosso. «Purtroppo abbiamo constatato la presenza di troppe persone, anche in gruppi, lungo la ciclabile e sulla passeggiata a mare. Ricordo che quando si esce bisogna mantenere le distanze di sicurezza indicate dal decreto del premier Conte». A dichiararlo è il sindaco di Camporosso Davide Gibelli che invita la popolazione a uscire di casa solo per necessità, come ribadito a più voci sia dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte che dal governatore ligure Giovanni Toti.

A preoccupare il primo cittadino di Camporosso sono gli assembramenti che si sono verificati sia sulla ciclovia che da Nervia conduce a Dolceacqua sia sul lungomare. «Stamattina si è riunito il Coc (centro operativo comunale, ndr), con polizia municipale, Protezione civile e segretario generale – ha detto Gibelli -. I volontari della Protezione civile sono stati incaricati di effettuare controlli per spiegare alle persone che non si può uscire in gruppo».

«Vorrei ringraziare tutte le persone che in questo momento stanno lavorando per il bene di tutti – ha concluso Gibelli – Medici, infermieri, forze dell’ordine, agenti della polizia municipale e volontari della protezione civile. Stare a casa il più possibile è un modo per essere loro riconoscenti».

leggi anche
Coronavirus alassio medici asl1
Il bollettino
Coronavirus, in Liguria 524 casi. Cresce il numero dei morti
aeroporto di nizza
La decisione
Coronavirus, dalla mezzanotte di lunedì Nizza chiude il terminal 1 dell’aeroporto
giovanni toti coronavirus
Aggiornamento
Coronavirus, Toti: «I prossimi giorni saranno duri, non dobbiamo abbassare la guardia»
commenta