Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, le femministe vogliono occupare la frontiera italo-francese

La data: i prossimi 17 e 18 ottobre

Più informazioni su

Ventimiglia. Le azioni degli attivisti pro migranti non sembrano fermarsi neanche ora, con l’emergenza Coronavirus che potrebbe nuovamente blindare la frontiera italo-francese. Questa volta sono le femministe a voler far sentire la loro voce, organizzando «Una grande azione alla frontiera di Ventimiglia-Mentone il 17 e 18 ottobre 2020».

Questa manifestazione è stata decisa durante l’incontro europeo “Donne, migrazioni, rifugiati”, che si è tenuto dal 27 al 29 settembre 2019 a Ginevra, Svizzera, su iniziativa della “Marcia Mondiale delle Donne” sezione Svizzera, «Con l’obiettivo – spiegano le attiviste – di consolidare una solidarietà attiva tra donne e dare corpo ad una rete europea di resistenza. Non meno di 263 militanti si sono trovate per lavorare insieme , ascoltarsi, scambiare informazioni e decidere». Le attiviste puntano, per la data sopracitata, ad un’occupazione della frontiera.

«Noi ci proponiamo di mettere in piazza diverse attività sul tema delle frontiere e altre tematiche legate alla migrazione – scrivono le femministe sul sito “toutesauxfrontieresfr” – Vi invitiamo a unirvi a noi per questo progetto e di proporre dei concerti, degli eventi artistici, delle conferenze. Dei film delle proposte teatrali ecc… per diffondere l’idea che le frontiere non devono impedire la libera circolazione delle persone qualsiasi sia la loro origine, il loro stato e la loro motivazione per il viaggio. Allo scopo di allargare il più possibile la partecipazione abbiamo optato per una chiamata aperta a tutti chiedendo l’appoggio anche alle istituzioni orientandoci anche al mondo politico e della cultura. Questa sarà una azione femminista, pensata e organizzata dalle donne, dalle lesbiche e persone transessuali. Gli altri saranno benvenuti per aiutare nella logistica e sostenerci in questa marcia di emancipazione».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.