Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, sospensione dei lavori all’Alfano. Ventimiglia punta il dito: «Nessun interesse pubblico»

Il capogruppo della Lega pretende spiegazioni. Spunta parere legale in contrasto con l'atto del Comune

Snremo. «Sospensione lesiva dell’interesse pubblico, volta esclusivamente a favorire un privato e contraria al parere dell’avvocatura comunale». Non usa mezzi termini il capogruppo della Lega Daniele Ventimiglia nella ua interrogazione presentata nei confronti del sindaco e della giunta, allo scopo di ottenere chiarimenti sulla vicenda legata alla sospensione dei lavori al Parco Alfano.

Il consigliere del Carroccio critica duramente l’accordo intervenuto tra il Comune e le imprese appaltatrici, nel quale viene stabilito un risarcimento danni di 65 mila euro dovuti per il blocco in cantiere di macchinari e mezzi, a fronte di una richiesta delle ditte che superava i 318 mila.

Secondo Ventimiglia qualcosa non torna nella gestione di questa pratica. Lo stop, infatti, non sarebbe motivato da alcun interesse della comunità e, anzi, il suo unico obiettivo avrebbe natura privatistica, mirante a stoppare un’opera pubblica per non arrecare disturbo ai clienti estivi del vicino Hotel Royal. Struttura ricettiva, tra le più importanti della Città dei Fiori, che, guarda caso, al tempo vedeva nella doppia veste di consulente e di assessore al Turismo la stessa persona, il manager Marco Sarlo.

Il consigliere punta il dito contro una decisione che ritiene essere non giustificabile, anche alla luce del parere reso dall’avvocatura comunale attraverso il quale era stato segnalato in tempi non sospetti un possibile contrasto tra il provvedimento della giunta comunale e il codice degli appalti.

Daniele Ventimiglia

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione:

Oggetto : sospensione dei lavori “Auditorium Franco Alfano”

Ill.mo signor Presidente, il sottoscritto avv. Daniele Ventimiglia Capogruppo consigliare Lega Salvini Premier, espone quanto segue:

Premesso che,

  • è stata presa in visione la delibera di giunta comunale numero 337 del 30-12-2019 , in relazione ai lavori di completamento dei lavori di  della ristrutturazione generale, funzionale ed estetica e messa a norma dell’Auditorium Franco Alfano, nei giardini Marsaglia;
  • è stato quindi approvato il riconoscimento dell’accordo bonario della somma pari ad € 65.000,00 fuori campo applicazione Iva  dpr 26 1972 n. 633, alle Imprese A.G.S. costruzioni srl e Impresa Marino snc., dovuti a causa della sospensione dei lavori al fine di limitare le emissioni sonore provenienti dal cantiere, a fronte di una iniziale richiesta delle società di una somma ancora più rilevante pari ad € 318.010,45.
  • tale sospensione era stata accordata tra la società Albergo Reale “ Hotel Royal” ed il Comune di Sanremo in data 12 febbraio 2019, di cui il già  direttore dell’ hotel, dott. Marco Sarlo, ha ricoperto la carica di assessore al turismo della Giunta precedente, con relativa consegna dei lavori alle imprese in data  22 febbraio 2019.
  • la sospensione dei lavori  concessa dal 1 giugno 2019 e 30 settembre 2019, in virtù dell’accordo sottoscritto tra la società Albergo Reale ed il Comune di Sanremo, appare del tutto immotivata e priva dei necessari riscontri oggettivi ma sopratutto lesiva di qualsivoglia interesse pubblico.
  • detta sospensione dei lavori è intervenuta solo ed esclusivamente per un bilanciamento verso interessi meramente privatistici che esulano dall’interesse pubblico.
  • La sospensione discrezionale dei lavori pubblici avviene per mera decisione del responsabile del procedimento, ritenendo quest’ultimo, l’interesse pubblico prevalente rispetto alla prosecuzione dei lavori.
  • Tale sospensione discrezionale è, a parere dello scrivente, viziata da manifesta illogicità ed incoerenza, tale da renderla non giustificabile per una sospensione dettata per non disturbare la quiete e limitare le emissione ad  una clientela di un albergo privato con la conseguenza che la nostra amministrazione si vede in oggi ad indennizzare per la somma di € 65.000,00, le imprese coinvolte.
  • anche il parere della nostra avvocatura civica del 30.12.2019 appare chiaro e pienamente concorde sul fatto che la sospensione dei lavori non appaia motivata da ragioni inerenti l’esecuzione dell’opera come previsto dall’art. 107 del codice degli appalti che non menziona in alcun modo una sospensione di tal genere.

quanto sopra premesso

il sottoscritto consigliere,

a difesa degli interessi pubblici, INTERROGA Il Sindaco e la Giunta di riferire in merito e specificatamente sulle ragioni che hanno indotto il Comune di Sanremo a sottoscrivere un tale e lesivo accordo invitandoli a porre in essere tutte le azioni amministrative possibili atte al recupero della somma elargita dovuta alla carenza  delle motivazione addotte per la sospensione dei lavori. Che vengano assunte le necessarie iniziative, onde evitare e prevenire per il futuro simili disfunzioni.

Invita il signor Sindaco e d il signor  Presidente del Consiglio a formalizzare la necessaria denuncia alla Procura della Corte dei Conti, per l’accertamento dell’eventuale danno erariale cagionato.

IL CONSIGLIERE

Avv. Daniele Ventimiglia   Capogruppo Lega Salvini Premier

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.