Quantcast

Sanremo, Marco Sentieri al convegno di CoReCom Liguria sul cyberbullismo

Esperienze a confronto sul preoccupante fenomeno diffuso sul web

Sanremo. Questa mattina nella Sala del Roof Garden del Casinò, si è svolto il convegno, promosso da CoReCom, in collaborazione con Regione Liguria e AGCOM, sul fenomeno del cyberbullismo.

I lavori sono stati aperti da Vinicio Tofi, presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni della Regione Liguria: «Siamo tutti, ormai, consapevoli della pericolosità di questa forma di violenza virtuale, tuttavia i giovani, cioè coloro che più di tutti ogni giorno “navigano” sul web, non hanno ancora adeguati strumenti conoscitivi e formativi per arginare la diffusione dei cyberbullismo».

«E’ necessario, dunque, svolgere un’adeguata campagna informativa, capillare e intensa – spiega – per insegnare ai ragazzi come sottrarsi al ruolo di vittima e, parallelamente, a non proporsi come autori di questa pericolosa forma di aggressione via internet».

Marcello Cardani e Mario Morcellini, rispettivamente presidente e commissario di AGCOM, hanno inviato un lungo messaggio in cui hanno denunciato il cyberbullismo come fonte di un preoccupante allarme sociale. Sono intervenuti, fra gli altri, Giuliana Savino, psicologa e opinionista Rai, Filippo Lucci, giornalista e già presidente del Coordinamento nazionale dei CoReCom, Flavio di Muro, componente della Commissione Giustizia della Camera dei deputati e Giulio Gavino, giornalista del quotidiano “La Stampa”. Gli interventi sono stati
coordinati da Carlo Massarini, giornalista Rai esperto di musica molto vicino al mondo dei giovani e alle evoluzioni del web.

All’incontro hanno partecipato attivamente numerosi ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, accompagnati dai professori, che dopo gli interventi dei relatori hanno aperto una vera e propria tavola rotonda sul tema. Al dibattito con gli studenti ha partecipato il cantante Marco Sentieri, che proprio al Festival ha presentato un brano sul bullismo.

«Quella di oggi è stata una preziosa l’occasione – conclude Tofi – per individuare, con il contributo di tutti i presenti, elementi utili per contrastare il fenomeno e per aprirsi al dialogo e all’ascolto».

Al termine del convegno i partecipanti si sono trasferiti a Casa Sanremo per assistere alla presentazione del libro “Cuori connessi”, promossa dalla Polizia di Stato e da una famosa catena di rivenditori del settore: il volume contiene dieci, drammatiche storie di cyberbullismo.