Quantcast

Sanremo, l’ospedale ritrova il suo presidio di polizia. Agente fisso al Borea foto

Taglio del nastro alla presenza del direttore dell'Asl1 Prioli, dell'assessore regionale Viale e del questore Capocasa

Sanremo. L’ospedale Borea ritrova il suo presidio di polizia. Questa mattina, alla presenza del direttore dell’Asl1 Imperiese Marco Damonte Prioli, del vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Sonia Viale e al questore Cesare Capocasa, è stato riaperto e inaugurato il posto fisso presente in passato all’ingresso del nosocomio.

posto fisso polizia ospedale borea sanremo

Il presidio, riattivato dopo 5 anni di assenza, è collocato nell’avancorpo del padiglione principale, nella nuova postazione ottenuta con i lavori di ammodernamento avviati presso lo stabilimento ospedaliero. Il servizio, viene svolto da un operatore qualifìcato incardinato nel commissariato di Sanremo, presente nella postazione dalle ore 8.00 alle ore 14.00 dal lunedì al sabato.

Il posto fisso di polizia rappresenta il punto di riferimento per il personale sanitario e per l’utenza della struttura; un presidio a disposizione per ogni questione e per ogni problematica attinente alla sicurezza di tutti gli operatori, medici, infermieri, tecnici ed addetti alle varie mansioni, nonché dei degenti e dei loro familiari.

«Le aggressioni al personale sanitario sono atti odiosi che devono essere condannati perché sono incivili oltre che criminali – sottolinea la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria, Sonia Viale. La presenza delle forze dell ’ordine nei presidi ospedalieri è un segnale importante. Ringrazio il Questore e le forze di Polizia per questa risposta, attesa dai cittadini onesti e dai lavoratori, che dà il senso della collaborazione tra le istituzioni per il bene dei cittadini».

«La riapertura del posto fisso di polizia – afferma il Questore della Provincia di Imperia Cesare Capocasa – è stata fortemente voluta al fine di creare un presidio a disposizione per ogni questione a problematica attinente alla Sicurezza, ma anche come prossimità e vicinanza alle persone che hanno bisogno di aiuto, e, quindi, un punto di ascolto qualificato. L’ufficio in questione rappresenta, invero, un punto di riferimento per il personale sanitario e per la variegata utenza della struttura, Che vede ogni giorno la coesistenza di medici, lavoratori addetti a svariate mansioni, degenti e loro familiari. La sua funzione primaria è garantire, in sinergia con i r responsabili della struttura e, ove il caso, con gli operatori del pronto intervento della volante e della squadra mobile, che le quotidiane attività del nosocomio, in particolare del Pronto Soccorso e dei reparti sensibili, si svolgano in tranquillità».

«Ringrazio il Questore per l’attenzione e l ‘impegno messo in campo per garantire la sicurezza all ’interno dei nostri ospedali, conclude il direttore dell’Asl1 Damonte Prioli. La riapertura del presidio a Sanremo, dopo quello all ‘ospedale di Imperia, è un segnale importante per i cittadini ma anche per gli operatori sanitari che svolgono la loro attività al servizio dei pazienti e che, come testimoniano i recenti fatti di cronaca».

A precedere questo momento, di recente il consiglio comunale matuziano, su proposta di tutti i capigruppo, aveva approvato nel novembre dello scorso anno un ordine del giorno bipartisan volto a riottenere il servizio soppresso.