Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, il Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia Stefano Bisi al Casinò

Parlerà di “La Massoneria: un Universo”

Sanremo. I lavori della tenuta di loggia, le gerarchie all’interno degli adepti alle obbedienze, ma anche i rapporti tra Massoneria e Chiesa Cattolica o tra massoneria ed istituzioni saranno al centro dell’incontro del 14 febbraio con Stefano Bisi, Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia.

Nell’ambito dei Martedì Letterari, inserito nel ciclo “I Grandi Maestri della Massoneria al Casinò di Sanremo”, domani nel Teatro dell’Opera alle 17 il Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia Stefano Bisi parlerà di “La Massoneria: un Universo”. Anche questa volta dialogherà con lui il prof. Aldo A. Mola, da decenni autore di documentate storie della Massoneria in Italia. Coordina Marzia Taruffi, curatrice della rassegna. Gli interventi musicali sono affidati al quartetto Guitar & Friends”, nato a Sanremo due anni fa e composto da 4 dei migliori allievi del Maestro Diego Campagna: Noemi Fontana, Paolo Sabatini, Samuele Martini e Gabriele D’Adamo.

Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, il più antico e numeroso Ordine iniziatico italiano, forte di prestigiosi riconoscimenti da parte delle Comunità massoniche di tutti i continenti, è stato eletto la prima volta il 5 aprile 2014 in successione a Gustavo Raffi ed è stato confermato il 3 marzo 2019.

Giornalista, saggista, laureato in Scienze dell’Amministrazione presso la Facoltà di Scienze politiche di Siena, ha ricoperto vari ruoli in testate giornalistiche e televisive. Autore di Mitra e compasso:storia dei rapporti tra Massoneria e Chiesa da Clemente XII a Benedetto XVI (Siena, Protagon), dello Stradario massonico di Siena, di un acuto saggio su Ivan Mosca e del fortunato long-seller Massofobia. L’antimafia dell’inquisizione (Acireale, Gruppo Ed. Bonanno), da Gran Maestro il dottor Stefano Bisi propugna con dottrina e arguzia le “ragioni” dell’Ordine iniziatico in Italia e nel mondo.

Dopo l’incontro del 17 gennaio con Luciano Romoli, Sovrano e Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia, alle 17 di venerdì 14 febbraio 2020 Bisi ritorna per la quarta volta autorevole ospite dei Martedì Letterari. Il ciclo “I Grandi Maestri della Massoneria” al Casinò di Sanremo ha visto, prima, la storica partecipazione congiunta dei Vertici massimi delle due Obbedienze, ora una serie di incontri paralleli tesi a far chiarezza sull’attualità e la natura anche culturale di associazioni che vantano un cammino di approfondimento intrapreso da più di trecento anni.

Mentre le “cronache” richiamano l’attenzione sulla Libera Muratoria, la parola del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia è particolarmente attesa in una terra quale il Ponente Ligure, ove la Massoneria ha avuto “tra le colonne” personalità eminenti, tra le quali Mario Calvino, Ettore Janni, Salvatore Quasimodo e Orazio Raimondo, sindaco di San Remo e deputato, recentemente ricordato dalla locale Loggia “Giuseppe Mazzini” nel centenario della sua morte (11 gennaio 1919). Il “Progetto” del Gran Maestro Bisi – osserva Mola – è bene sintetizzato dal motto della sua lista: “Liberi, Uniti, Fieri. Per un mondo migliore”.

Il prossimo appuntamento con i Martedì Letterari è per il 18 febbraio alle 16.30. Carlo Piano presentano il libro scritto con il padre Renzo :” Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza” (Feltrinelli editore). L’incontro è inserito nel piano di formazione dei docenti e dei giornalisti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.