Quantcast

Sanremo, il direttivo del Club Tenco replica agli eredi di Luigi: «Nessuno ha mai tratto il minimo profitto»

«Forse un incontro "face to face" può aiutarci a superare questa incresciosa situazione»

Sanremo. Il direttivo del Cubl Tenco replica alla parole degli eredi di Luigi Tenco:

«Oggi, 28 febbraio, è stata inviata ai membri del direttivo del Club Tenco una lettera di diffida da parte degli eredi Tenco e firmata dal loro legale rappresentante avvocato Piacentini. Pensando che fosse una lettera riservata il nostro rappresentante legale Sergio Staino aveva immediatamente risposto con la lettera che riportiamo qui di seguito.

“Sono sorpreso e molto amareggiato dal contenuto e dal tono di questa missiva. In qualità di neo responsabile legale del Club chiedo a tutti voi, famiglia Tenco, avvocato e direttivo, di sospendere la diffusione di questa lettera in attesa di un mio incontro personale con i familiari e il loro avvocato.

Fino ad adesso, da semplice membro del direttivo, ho seguito con apprensione tutta la polemica ma adesso, in pratica neo presidente, ho bisogno di capire meglio le origini di tante incomprensioni e inesattezze. Forse un incontro face to face può aiutarci a superare questa incresciosa situazione. Chiedo pertanto a Nino di organizzare questo incontro al più presto, senza tuttavia limitazioni alla tutela del Club“.

Visto che con nostra sorpresa la lettera a noi inviata è diventata, per scelta dell’avvocato Piacentini, un comunicato stampa, ci vediamo costretti a rendere pubblica anche la risposta di Staino. Rimane però viva la richiesta di incontro che Staino esprime nella lettera e che risponde ai sentimenti dell’intero Direttivo.

Non è pensabile che si possa arrivare a simili incomprensioni tra persone che lavorano tutte spinte solo dall’amore e dalla stima maturata negli anni nei confronti di Luigi Tenco, e della canzone d’autore. E ciò tenendo anche conto che nessuno dei coinvolti ad ogni titolo in questo duro e non facile lavoro ha mai tratto il benché minimo profitto. Ci auguriamo quindi che, si possa realizzare con sereno spirito costruttivo l’incontro richiesto da Staino».