Quantcast

Sanremo diventa “Fast track city” per combattere l’Hiv: domani la firma con il sindaco Alberto Biancheri

Inoltre sarà in città il "Lab mobile" per informare la cittadinanza su Epatite C, Hiv e Coronavirus

Sanremo. L’altra musica di Sanremo, nella settimana del 70° Festival della canzone italiana suona un inno alla salute e alla prevenzione. Due le iniziative: promossa dai Medici di Famiglia e accolta dalla società degli infettivologi, il Lab Mobile percorrerà molte città d’Italia per rafforzare il legame tra medici di famiglia e popolazione; l’altra è un atto formale di consapevolezza e impegno con “Fast Track City“.

«Il virus si trasmette per contatto diretto fra persona malata e persona sana, quindi si sconfigge con una battaglia porta a porta, condotta con serenità; viviamo infatti in un società avanzata, protetti da un sistema sanitario evoluto e dobbiamo comportarci di conseguenza», ha sottolineato il presidente Simit Marcello Tavio.

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri firmerà domani mercoledì 5 febbraio la “Paris Declaration”, con cui impegna la città dei fiori a diventare una Fast Track City, al pari di Milano, Brescia, Palermo e Firenze. Gli obiettivi di questa firma sono due: azzerare i nuovi casi di infezione da Hiv entro il 2030 e ridurre del 90-95% le nuove infezioni sino al 2022.

L’adesione ufficiale al progetto avverrà mercoledì 5 febbraio dalle 14.30 alle 15.30, presso la Suite 2020 c/o Miramare The Palace Hotel: interviene il senatore Pierpaolo Sileri viceministro della Salute. il parlamentare Mauro D’Attis, presidente Intergruppo parlamentare “Stop Aids”; Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo; Loreta Kondili, Istituto Superiore di Sanità; Rosaria Iardino, presidente Fondazione The Bridge; Claudio Cricelli, presidente Nazionale Simg Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie; Massimo Andreoni, direttore scientifico Simit; Giovanni Cenderello, direttore Malattie Infettive Asl 1 Imperiese. Modera Vittoriana Abate. Madrina dell’iniziativa sarà Elisabetta Gregoraci; vari cantanti in gara al Festival hanno assicurato il proprio sostegno.

Nello stesso tempo, l’ambulatorio mobile per gli screening di Hiv ed Epatite C prosegue il suo tour e arriva a Sanremo in occasione del 70°Festival. A bordo, personale specializzato nell’effettuazione di esami clinici volti alla scoperta del “sommerso” per epatite C e Hiv.

L’iniziativa, concordata con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità, realizzata con il contributo non condizionato di Gilead Sciences, è promossa dalla Simg, Società Italiana di Medicina Generale con la partecipazione anche della Simit – Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali e il Patrocinio del Ministero della Salute e dell’ISS.