Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rivieracqua, bollette pazze nel dianese: utenti inferociti

Mangiante: «Stime prudenziali, nessun intento vessatorio». Ma c'è chi vuole rivolgersi a Striscia la Notizia

Diano Marina. E’ salata l’acqua nel dianese: da qualche giorno gli utenti, privati e aziende, stanno ricevendo nella buca delle lettere vere e proprie bollette “pazze” da parte della società esterna incaricata da Rivieracqua di riscuotere l’arretrato, per un ammontare di 4milioni di euro.

A causa della difficoltà dovuta alla carenza di personale di passare alla bollettazione elettronica, infatti, il Consorzio dell’acqua pubblica ha dovuto rivolgersi a una società esterna per richiedere i pagamenti.

I primi ad essere raggiunti dai conguagli salati sono state famiglie, commercianti e artigiani del dianese, di Diano Marina e Diano Castello: c’è chi in un colpo deve versare anche 3mila euro, 2mila1.8001.200. La protesta sale sul web e non solo: nei giorni scorsi c’è stata la fila negli uffici di viale Kennedy e c’è chi si dice pronto a rivolgersi a “Striscia La Notizia“.

«Non c’è alcun intento vessatorio – spiega il presidente di Rivieracqua Gian Alberto Mangiante –   anzi le stime sono state fatte in maniera prudenziale pur trattandosi di arretrati molto alti. Abbiamo stilato un cronoprogramma che parte dal dianese, ma prossimamente tutte le località servite saranno interessate».

Non al pensa allo stesso modo il presidente provinciale di Federconsumatori Francesco Giribaldi: «Invito a tutti gli interessati a fare opposizione. Rivieracqua non ha rispettato la legge perché prima di procedere in questo modo avrebbe dovuto coinvolgere le associazioni. Chiederemo di essere convocati per capire cosa sta succedendo e trovare delle soluzioni. E poi c’è da valutare il discorso della prescrizione biennale entrata in vigore con le nuove disposizioni entrate in vigore di recente».

I malumori sono arrivate fino sul tavolo del sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, presidente del Comitato tecnico di Rivieracqua: «Mi farò interprete -dichiara Chiappori delle proteste per vedere se sono possibili dilazioni»

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.