Italiani e gestione finanziaria: i millennials risparmiano di più ma sono i più preoccupati

Il problema principale per i giovani è creare una pensione per beneficiarne in futuro e di poter riuscire o meno comprare una casa

Più informazioni su

Crescere vuol dire maturare, diventare responsabili e dover imparare a gestire tutto da soli. Ma è davvero possibile riuscire a fare tutto in totale autonomia, riuscendo anche a mettere qualcosa da parte per le evenienze? Andiamo a vedere cosa dicono le ultime ricerche a proposito dei millennials e di come, a sorpresa, i ragazzi di oggi siano un passo avanti alle altre generazioni.

Abitudini di risparmio: obiettivo pensione

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, sono molte le generazioni di italiani che sin da subito si preoccupano di creare una pensione per beneficiarne in futuro.

Andando ad approfondire i dati anagrafici grazie alle recenti indagini, gli italiani con un’età tra i 18 e i 37 anni (ovvero i millennials) risparmiano in media il 14,6% del proprio reddito, accantonando dunque dei risparmi per il futuro. Quella dei Millennials è la fascia d’età che risparmia di più, visto che la Generazione X (38-50 anni) risparmia l’11,5% e i cosiddetti Baby Boomer (51-70) il 9,7% delle proprie entrate.

Nonostante le percentuali appena viste, circa un quarto degli italiani ancora in età lavorativa ammette di esser preoccupato per la pensione e sente di non star facendo abbastanza per potersi godere quel momento in futuro con serenità. Fortunatamente il mercato finanziario odierno offre diversi prodotti che permettono di gestire in semplicità le proprie risorse economiche, come le soluzioni Helvetia per i tuoi risparmi e investimenti, ad esempio. Se, dunque, fino a poco tempo fa di fronte alla possibilità di gestire da sé le proprie finanze si avevano poche alternative, oggi anche i meno esperti possono amministrarle in modo ottimale.

Un passo in avanti molto positivo, soprattutto considerando che, come vedremo tra poco, le questioni economiche sono fin troppo spesso fonte di preoccupazione.

Questioni economiche: quanto preoccupano gli italiani?

Come accennato poco prima sono i cosiddetti Millennials ad essere tra i più preoccupati per le questioni economiche. Come potrebbero avere torto nella società attuale con la difficoltà reale di riuscire a trovare un lavoro stabile?

Purtroppo le questioni economiche oltre ad essere notevole fonte di stress sono anche la principale causa di notti in bianco, con la mente che sembra essere un calcolatore, in particolar modo per più della metà degli italiani. Le preoccupazioni non si limitano solo alla notte, ma anche e soprattutto durante il giorno e in particolare nei periodi in cui sono di più le spese, come durante le feste di Natale, in cui i regali possono diventare una reale fonte di stress per oltre il 26% dei millennials.

Il problema principale per i giovani è poi quello di poter riuscire o meno comprare una casa, anche da poter lasciare in eredità ai propri figli o quello di non poter affrontare spese impreviste non calcolate.

Molti si ritrovano a pensare seriamente e sempre più da vicino all’idea di poter investire i propri risparmi in vista del futuro, anche attraverso piccoli piani personalizzati, per vivere meglio sia oggi che domani.

Più informazioni su