Quantcast

Imperia, minaccia con la pistola un giovane ai Toscanini: a processo per estorsione

In ballo un etto di "erba" non pagata

Imperia. Avrebbe rivolto minacce a un ragazzo, allora sedicenne, con la rivoltella facendolo poi inseguire da alcuni suoi complici per intimorirlo. Con queste  accuse è comparso stamattina davanti davanti tribunale collegiale del capoluogo un giovane italiano, M.C. che deve rispondere di estorsione aggravata.

I fatti risalgono al 2014, secondo la ricostruzione dell’accusa sostenuta dal pubblico ministero Barbara Bresci, M.C. avrebbe ceduto 100 grammi di marijuana a Larry Richard Rebeiro, italiano di origini bengalesi. Rebeiro, però,  non avendo pagato la dose, sarebbe stato minacciato con la pistola in due occasioni nei Giardini Toscanini di Oneglia.

Secondo l’avvocato Tania Dimarcoberardino, difensore di M.C.,  pur conoscendo Rebeiro, non lo avrebbe mai minacciato.

L’udienza è stata rinviata al 10 marzo. Nell’occasione sarà ascoltato il maresciallo dell’Arma che aveva condotto le indagini.