Quantcast

#Festival2020, Amadeus: «Junior Cally meritevole di partecipare al Sanremo70»

Per presidente Rai «presenza eticamente inaccettabile»

Sanremo. «Credo che Junior Cally, con questo brano, sia meritevole come gli altri 23 artisti di far parte di questo Festival». Lo ha detto Amadeus in sala stampa, rispondendo a una domanda posta da uno dei tanti giornalisti presenti.
La polemica sulla partecipazione dell’artista al Festival della Canzone Italia è nata a causa del testo di “Strega”, canzone del rapper romano che inneggia alla violenza sulle donne. Un brano in cui si parla di stupro e in cui la donna è dipinta come una prostituta, tanto che il presidente della Rai, Marcello Foa, ha espresso «forte irritazione per scelte che vanno nella direzione opposta rispetto a quella auspicata. Il Festival, tanto più in occasione del suo 70° anniversario, deve rappresentare un momento di condivisione di valori, di sano svago e di unione nazionale, nel rispetto del mandato di servizio pubblico. Scelte come quella di Junior Cally sono eticamente inaccettabili per la stragrande maggioranza degli italiani».

«Non mi esprimo su quanto detto dal presidente della Rai – dichiara Amadeus – De gustibus. E io rispetto i gusti di tutti»