Coronavirus, annullate ultime tappe dell’Uae Tour. Finisce l’avventura del bordigotto Troia negli Emirati Arabi Uniti

Due membri dello staff italiano di una delle squadre partecipanti si sono dimostrati positivi al COVID-19

Bordighera. Finisce l’avventura del bordigotto Oliviero Troia negli Emirati Arabi Uniti. Il Comitato Organizzatore Superiore ha annullato le fasi rimanenti dell’Uae Tour dopo che due membri dello staff italiano di una delle squadre partecipanti al Tour degli Emirati Arabi Uniti si sono dimostrati positivi per il nuovo coronavirus, noto come COVID-19.

«La decisione è stata presa per garantire la protezione di tutti i partecipanti alla gara – ha affermato il Comitato Organizzatore Superiore, aggiungendo che –  la sicurezza è in cima a tutte le priorità».

Nel frattempo, il Ministero della Salute e della Prevenzione ha dichiarato che tutti i partecipanti alla corsa, il personale amministrativo e gli organizzatori saranno esaminati attraverso lo screening periodico continuo in corso e che verranno prese tutte le procedure necessarie, comprese le misure di quarantena, per garantire la soppressione virale e il freno la diffusione del suo focolaio in coordinamento con tutta la salute e le altre autorità interessate nel paese.

Il ministero ha aggiunto che sono state prese tutte le precauzioni necessarie per garantire misure preventive altamente efficienti, compresi controlli e osservazione delle persone a contatto con i pazienti, per garantire la protezione della società e la sua sicurezza e preservare la fiducia del pubblico.

A seguito della decisione delle autorità locali competenti di annullare le ultime due fasi del tour, i risultati finali della gara sono perciò quelli ottenuti dopo lo stage 5.