Quantcast

Ventimiglia, gli alunni della scuola media Cavour partecipano alla “Giornata della Memoria”

Alunni, insegnanti, ragazzi della Spes, genitori e volontari si sono ritrovati sul piazzale antistante il giardino del centro dove è stata inaugurata una panchina raffigurante la triste iconografia della segregazione

Ventimiglia. Gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di Roverino e Ventimiglia Alta hanno partecipato lunedì 27 gennaio alle 10.30 all’iniziativa promossa dalla Spes in collaborazione con Libera, nell’ambito delle attività di “Scuola di Pace”, per celebrare la tragica ricorrenza del giorno della memoria.

Alunni, insegnanti, ragazzi della Spes, genitori e volontari si sono ritrovati sul piazzale antistante il giardino del centro dove è stata inaugurata una panchina raffigurante la triste iconografia della segregazione, per non dimenticare l’importanza dell’impegno quotidiano per la difesa della dignità umana e di tutte le forme di libertà . I ragazzi della Spes hanno piantato poi un ulivo, simbolo di pace e di speranza per il futuro.

Un momento particolarmente alto e significativo ha rappresentato l’intervento della signora Yael Lerner, rappresentante della comunità ebraica di Mentone che ha voluto donare la sua personale, dolorosa esperienza privata e familiare legata all’Olocausto, rispondendo anche alle domande degli studenti e suscitando grande commozione tra i presenti.

Il luogo di incontro, l’ascolto e l’interazione con una testimone del dramma della Shoah, ha rappresentato per tutta la comunità un momento di condivisione di valori civici importante e per i ragazzi, in particolare, un’opportunità unica e preziosa di approccio concreto allo studio della storia, fatto che ha reso l’esperienza ancora più pregnante e formativa.