Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia contro la mafia: il Comune intitola una piazza a Falcone, Borsellino e agli agenti delle scorte foto

«Noi qui siamo per la legalità, siamo contro ogni forma di prevaricazione, contro la malavita organizzata e su queste basi porteremo avanti la nostra amministrazione», ha dichiarato il sindaco Scullino

Ventimiglia si schiera apertamente contro la mafia e lo fa con un gesto carico di significato: intitolando una piazza ai giudici Giovanni FalconePaolo Borsellino e agli agenti delle scorte.

Riviera24- piazza Falcone Borsellino

Il sindaco della città, Gaetano Scullino, durante la propria campagna elettorale aveva promesso che, in caso di vittoria, avrebbe reso omaggio ai due uomini e oggi, giovedì 23 gennaio, le sue parole si sono trasformate in realtà.

«Per me è motivo di grande soddisfazione perché noi qui a Ventimiglia siamo per la legalità, siamo contro ogni forma di prevaricazione, contro la malavita organizzata e su queste basi porteremo avanti la nostra amministrazione. Qui non ce li dimentichiamo questi due servitori della patria», ha dichiarato il primo cittadino, presentando la nuova piazza che sorge nei pressi del mercato coperto.

Per l’occasione ospite speciale è stato Salvatore Borsellino, fratello del giudice la cui vita venne spezzata il 19 luglio del 1992, quando venne ucciso insieme alla sua scorta mentre si recava a casa della madre. «Sono felice che il Sindaco abbia dedicato questa piazza anche ai ragazzi della scorta, erano dei servitori dello Stato che hanno sacrificato la loro vita per noi e sapevano che stare vicino a Paolo dopo l’assassinio di Falcone voleva dire morire», racconta Salvatore.

«Paolo e Giovanni erano cresciuti insieme - prosegue - ed erano cresciuti insieme anche a tanti ragazzi con cui avevano giocato e che poi sono diventati criminali. Paolo, alcuni di quei ragazzi con cui aveva giocato a palla tra le strade di Palermo, si è trovato a doverli processare nella sua missione da giudice. Le persone che passeranno da qui non penseranno alla mafia, ma a chi l’ha combattuta e ha sacrificato la vita», ha concluso.

Oltre ai numerosi cittadini ventimigliesi intervenuti all’evento, sono stati presenti anche i membri dell’amministrazione comunale, le autorità civili, militari e religiose, tra cui il presidente del gruppo Falcone Borsellino di Genova Giuseppe Carbone, il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana, i sindaci e gli amministratori del comprensorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.