Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Poste Italiane viaggia a energia pulita: nuovi motomezzi e nuove divise per il personale foto

Nasce la figura del “portalettere a domicilio”. Rinnovate le cassette d'impostazione e predisposta una rete nazionale di armadietti “fai da te” chiamati Lockers

Imperia. Anche a Imperia Poste Italiane viaggia ad energia pulita. Nei Centri di Recapito di Imperia Spontone e di Sanremo, infatti, sono entrati in funzione 10 nuovi motocicli Euro 4 per rendere ecologica, agevole e sicura la consegna dei pacchi in città.

I nuovi mezzi contribuiranno ad abbattere in modo significativo le emissioni di CO2. Inoltre, grazie al baule posteriore maggiorato fino a 90 litri, i motocicli sono in grado di trasportare un maggior numero di pacchi, caratteristica ancora più importante visto il costante sviluppo dell’e-commerce. Proprio in questo senso, infatti, l’Azienda ha previsto l’introduzione di un nuovo modello di recapito, Joint Delivery, che prevede le consegne pomeridiane dei prodotti e-commerce fino alle 19.45 e durante i weekend.

In occasione dell’incontro con i Sindaci d’Italia dello scorso 28 ottobre, inoltre, l’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante ha evidenziato come uno degli obiettivi di Poste Italiane sia quello di ridurre le emissioni inquinanti; oltre ai 10 imperiesi, sono già circolanti in Liguria altri 50 motocicli “basso emissivi”, per un totale di 2.000 in tutto il territorio nazionale.

L’attenzione aziendale verso l’ambiente è testimoniata anche dai 18 tricicli elettrici già presenti in Liguria, a Genova e La Spezia, alle quali, a breve, si aggiungerà Savona. I tricicli sono alimentati elettricamente al 100%, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima di 45km/h, in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati e sono dotati di un’autonomia energetica di circa 60 km, tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera con una sola ricarica.

Con la nuova flotta, dunque, la mobilità di Poste Italiane diventa ancora più sostenibile, in linea con l’ESG -Environmental Social and Governance, approvato dal Consiglio di Amministrazione ad agosto 2018, il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per il territorio.

Altra novità è il “cambio d’abito” per i portalettere imperiesi: sono state appena distribuite le nuove divise di Poste Italiane, fatte di tessuti certificati “OEKO-TEX Standard 100” per la sostenibilità ambientale e caratterizzate da un design che unisce la funzionalità all’estetica. Il nuovo look degli addetti al recapito riprende i colori delle divise storiche dell’Azienda, il giallo, il blu e il grigio con le rifiniture ben in evidenza. Sono stati usati materiali tecnici e traspiranti per tutti gli indumenti: i pantaloni, le camicie indossate per l’inverno; i cardigan e i giubbotti inoltre hanno linee comode e funzionali. Le divise sono il risultato di un’indagine condotta tramite sondaggi e “focus group” su tutto il territorio nazionale sulle esigenze e sulle opinioni dei portalettere e dei clienti.

Il rinnovamento delle divise aziendali fa parte di un piano più ampio di innovazione nel servizio di recapito di Poste Italiane in linea con il piano strategico “Deliver 2022” dell’amministratore delegato Matteo Del Fante. Poste Italiane ha introdotto nel mondo del recapito la figura del Portalettere a domicilio, non più un semplice addetto alla consegna della corrispondenza ma un vero e proprio ufficio postale a domicilio. Il “portalettere a domicilio” è stato introdotto anche in 3 piccoli Comuni nelle colline imperiesi: Costarainera, Diano Arentino e Terzorio. Con l’avvento della tecnologia in un mondo sempre più informatizzato i portalettere, grazie al palmare in dotazione, possono effettuare tutta una serie di operazioni (finanziarie e postali) finora fruibili solo all’interno degli uffici postali, come ad esempio il pagamento di bollettini, la possibilità di ricaricare Sim telefoniche e carte Postepay o la spedizione di raccomandate. Quello che si configura come un vero e proprio servizio a domicilio rientra nel programma che Poste Italiane ha adottato per ribadire la sua vicinanza alla clientela e alle esigenze del territorio. La nuova organizzazione del recapito, più efficiente e flessibile, prevede infine consegne anche nel pomeriggio fino alle 19.45 e nei weekend.

Grandi investimenti sono stati fatti sul personale e sulla formazione. Tale impegno si è tradotto in assunzioni che rientrano nell’Accordo quadro sugli andamenti occupazionali per il 2019 sottoscritto con tutte le Organizzazioni Sindacali lo scorso 8 maggio, che hanno previsto la stabilizzazione di 30 portalettere nella provincia di Imperia per l’anno 2019. Il personale stabilizzato è andato a rafforzare lo svolgimento delle attività di lavorazione all’interno dei Centri di Distribuzione locali e delle attività di recapito della corrispondenza e dei pacchi sull’intero territorio provinciale, al fine di garantire un servizio sempre più veloce e puntuale. Sono previsti 4 ulteriori ingressi nei primi mesi del 2020. Anche per quanto riguarda gli uffici postali, è stato previsto un rafforzamento degli organici da realizzarsi attraverso l’assunzione di risorse da dedicare alle attività di front end e la ricollocazione in produzione di risorse provenienti dalle strutture di staff. In provincia di Imperia gli interventi di politiche attive nel 2019 hanno portato all’inserimento di 6 nuove risorse. Previsti altri ingressi per l’anno in corso.

Un piano di riqualificazione delle cassette di impostazione ha interessato l’intero territorio imperiese nel 2019 con l’obiettivo di ricondizionare le più famose “buche delle lettere” presenti sulle varie località. Nel 2019 il progetto ha coinvolto diversi Comuni imperiesi, dove sono state sostituite 49 cassette.

Per rispondere in maniera efficace alle esigenze dei cittadini, è stata predisposta una rete nazionale di armadietti “fai da te” chiamati Lockers, che offrono un servizio non stop 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per il ritiro e la spedizione automatica dei pacchi. A Sanremo è attivo un Locker in Corso Matuzia 88, presso Total ERG.

I centri di distribuzione nell’imperiese (Imperia Recapito Spontone; Sanremo Recapito; Taggia; Ventimiglia 2; Ospedaletti) operano su un territorio che interessa 67 comuni. Presso i suddetti centri di distribuzione sono applicate circa 240 risorse operative stabili, di cui 177 portalettere, 5 autisti e 54 addetti alle lavorazioni interne che operano su vari turni, dalle 5 alle 20:57:

– 30 portalettere stabilizzati di cui 16 ad Imperia

Parco mezzi operativo comprensivo di scorte
• 68 motomezzi (di cui 10 nuovi tra Imperia e Sanremo)
• 73 auto (Panda Fiorino e Doblò)

– Organizzazione attività:
• 74 zone portalettere -8 articolazioni mercato – 49 linee business
• 4.465 Km giornalieri percorsi
• 66.556 civici
• 176.439 contattiserviti

– Volumi gestiti quotidianamente:
• 5.372 oggetti di posta registrata giornalieri
• 2.457 pacchi giornalieri con periodi di picco che possono superare i 4.305 pacchi al giorno
• 2.851 Kg di corrispondenza ordinaria

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.