Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, i genitori di Martina Rossi ricevuti dal ministro Bonafede foto

Il guardasigilli si è impegnato a seguire il caso

Imperia. I genitori di Martina RossiBruno Rossi e Franca Murialdo  la ragazza imperiese morta precipitando dall’ultimo piano di un hotel a Palma di Maiorca nell’estate del 2011,  hanno incontrato il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede: un confronto privato durante il quale i coniugi hanno raccontato la loro vicenda giudiziaria e la storia della figlia.

Per questa vicenda sono finiti a processo due giovani di Castiglion Fibocchi in provincia di Arezzo,  Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni 

In primo grado i due sono stati condannati a 6 anni ma, in appello, i giudici hanno già dichiarato prescritto il reato di morte in conseguenza di altro reato e adesso i due saranno giudicati solo per l’accusa di tentata violenza sessuale di gruppo.

«Ho incontrato i genitori di Martina  – ha dichiarato Bonafede – in primo grado è arrivata la condanna per i coinvolti nella vicenda. Successivamente hanno presentato ricorso in appello. Ora uno dei reati che vengono contestati agli indagati probabilmente cadrà in prescrizione tra poco meno di un anno. Ecco io oggi mi chiedo, con quale faccia lo Stato guarda negli occhi un padre e una madre che gli stanno rappresentando il loro dramma e dice che non gli risponderà perché non ci sono più i tempi per fornire alcuna risposta? Io voglio garantire una risposta ed è per questo che è necessario lavorare duramente affinché si accorcino i tempi dei processi e della giustizia attraverso delle riforme che mirino ad accorciare i procedimenti».

Martina studiava a Genova dove era cresciuta ma spesso era a Imperia, città della madre dove i genitori si sono ritirati dopo la pensione.

Franca e Bruno furono raggiunti dalla notizia della tragica scomparsa della figlia proprio mentre si trovavano nel capoluogo.

 

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.