Quantcast
Monologo comico

Imperia, al Teatro Lo Spazio Vuoto va in scena “La Versione di Barbie” di e con Alessandra Faiella

Primo appuntamento della rassegna “Si salvi chi può”

Imperia. Venerdì 17 gennaio, alle 21.15, al Teatro Lo Spazio Vuoto, presso la Galleria degli Orti, via Bonfante 37, andrà in scena il primo appuntamento della rassegna “Si salvi chi può”. Stiamo parlando de “La Versione di Barbie” di e con Alessandra Faiella, monologo comico ad alto contenuto satirico.

La trama:

Ma quali favole ci hanno raccontato? La Bella Addormentata, si sa, era imbottita di Xanax e non si può pretendere che fosse molto lucida, ma Biancaneve? Per secoli ci hanno fatto credere che fosse felice di essere la schiava di sette nanerottoli probabilmente nemmeno superdotati! E perché la Bella deve sposare una bestia e non avviene mai il contrario? Più che una fiaba, la vita di una donna è un horror! Sin dall’infanzia! Ad allietarci pensava la Barbie, il prototipo della donna ideale: bella e magra, tettuta e multitasking, seduttiva, emancipata ma eterna fidanzata di un tronista. La Barbie è una donna perfetta, noi no. Noi ci barcameniamo tra lavoro, carriera, figli, mariti, amanti, palestre ed estetiste, ossessionate dall’idea di una perfezione che non riusciremo mai a raggiungere. Il sogno di libertà si è trasformato in una schiavitù da incubo. E allora? E allora smettiamo di lamentarci e prendiamo in mano la nostra vita. L’attrice invita a uscire fuori dal tunnel della finta emancipazione, poiché il sonno della ragione ha già generato troppi mostri.

ALESSANDRA FAIELLA
Biografia

Dopo la laurea in Lettere e Filosofia presso il DAMS di Bologna, si diploma alla scuola di mimo e teatro “Quelli di Grock”. Dopo aver recitato per molti anni a teatro, dove continua ancora a lavorare assiduamente, esordisce in televisione nel 1996 nella trasmissione Producer, condotta da Serena Dandini, con la quale lavora anche al “Pippo Chennedy Show” (1997) e a “Comici” (1999). Partecipa alle edizioni 1998 e 1999 di “Zelig, facciamo cabaret”.

Nella prima parte del 2003 viene chiamata dalla Gialappa’s band che la fa entrare nel cast di “Mai dire domenica”, dove interpreta il personaggio di “Tania”, la vicina di casa del Mago Forrest. Successivamente partecipa a Bulldozer nel 2005, a Glob e a Markette nel 2006. Nel 2007 partecipa a Tribbù su Rai 2 e alla trasmissione “Stiamo lavorando per noi” con Renato Pozzetto e Cochi Ponzoni. La comica è spesso presente come opinionista nella stagione 2010-2011 al programma “Le invasioni barbariche”, condotto da Daria Bignardi.

Alessandra Faiella debutta al cinema a fianco di Luciana Littizzetto nel 1999 con il film “La grande prugna”. Contemporaneamente alla sua attività teatrale e televisiva esordisce come scrittrice, pubblicando per Fazi Editore il libro “Il lato B”. Attualmente vive a Milano.

Di sé l’attrice dice: «Ho scritto libri, ho fatto tanto teatro e tanta tv, ho fatto anche un figlio, ma tutti mi ricordano per AMBIENT, AMBIENT, il tormentone della cubista Alexia del Pippo Chennedy Show. Ma sono contenta lo stesso. Ho scritto un libro di cui vado molto fiera: ‘Il lato B’ una satira così feroce sulla televisione, la politica, le donne, e così ‘fantasiosa’ che si è realizzata tutta. O quasi. Molti aspettano il finale. Sono qui per scrivere un blog che osservi la realtà da un punto di vista femminile, ma con ironia e umorismo perché credo nella comicità non solo come mezzo per pagarmi il mutuo, ma anche come filosofia di vita».

La Versione di Barbie
Monologo comico ad alto contenuto satirico

Smettiamo di lamentarci e prendiamo in mano la nostra vita. Attraversando con piglio ironico e dissacrante l’itinerario di formazione della donna di oggi dalla nascita alla morte, Alessandra Faiella invita a uscire fuori dal tunnel della finta emancipazione, poiché il sonno della ragione che ha già generato troppi mostri.

commenta