Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Donna muore dopo intervento chirurgico a Novara, salma riportata a Ventimiglia: domani i funerali

Si è concluso l’esame autoptico sul corpo di Antonia Azzarà. Al momento non risultano indagati, il procedimento resterà a carico di ignoti

Ventimiglia. Si è concluso l’esame autoptico sul corpo di Antonia Azzarà, la donna di Ventimiglia morta venerdì scorso dopo un intervento chirurgico effettuato alla clinica San Gaudenzio. La Procura di Novara ha concesso il nulla osta alla sepoltura, il feretro è così potuto rientrare nella città di confine dove domani alle 14.30 nella Cattedrale di Santa Maria Assuntasi si celebreranno le esequie.

Il dottor Roberto Testi, incaricato dal Pm Nicola Serianni della Procura di Novara, avrà ora 90 giorni di tempo per fare piena luce sulle cause del decesso e depositare la propria perizia, accertando o escludendo eventuali negligenze o responsabilità dei medici per quanto accaduto.

Al momento non risultano indagati, il procedimento resterà a carico di ignoti, con l’ipotesi di omicidio colposo, fino a quando non saranno depositati gli esiti dell’autopsia.

I familiari della vittima, assistiti da Giesse Risarcimento Danni, gruppo specializzato in casi di malasanità, sono affiancati da un team di periti esperti in responsabilità sanitaria con a capo la dottoressa Maria Luisa Pennuto.

image001 (2)

«Non vogliamo colpevolizzare nessuno ma è nostra ferma volontà chiarire e accertare cosa esattamente sia accaduto a mia sorella – commenta affranto Carmelo, il fratello della vittima – Non chiediamo altro che la verità, si trattava di un’operazione che non avrebbe dovuto comportare grossi rischi, è doveroso pertanto capire quali cause hanno portato alla morte della nostra Antonella».

«La presenza dei nostri consulenti durante l’autopsia ha permesso di chiarire fin da subito alcuni aspetti essenziali sul tipo di operazione svolta – aggiunge Andrea Rubini, responsabile della sede Giesse di Ventimiglia – Attendiamo ora gli esiti dell’accertamento».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.