Contro il razzismo

Sanremo, centinaia di sardine in piazza intonano “Bella ciao” «contro il fascismo e la politica dell’odio» fotogallery

Il flash mob si è svolto in un clima festoso

Sanremo. Centinaia di ‘sardine’ (300 per la Questura, 1000 per gli organizzatori) hanno manifestato stasera in piazza Colombo a Sanremo «contro il razzismo e il fascismo dilaganti in questo Paese». Uomini, donne e bambini provenienti da tutto il Ponente Ligure e non solo, hanno intonato per due volte “Bella ciao“, la canzone simbolo della Resistenza dopo aver visto un video, proiettato su uno schermo, in cui venivano raccontate le violenze sessuali subite da una donna africana in Africa.

In piazza sono scesi anche volti noti della politica locale. Si sono visti alcuni consiglieri comunali dell’amministrazione Biancheri tra i quali l’ex assessore e attuale consigliere comunale Umberto Bellini, storico esponente della destra matuziana, e il giovane Lorenzo Marcucci, che ha aderito al movimento delle sardine.

La diretta del flash mob

Tra i presenti, anche alcuni esponenti di Rifondazione Comunista che hanno consegnato volantini ai presenti. «L’avanzata delle Destre – si legge – E dunque di Salvini, Meloni e i loro alleati si può fermare non solo difendendo la Costituzione Repubblicana e lottando contro il fascio-razzismo ma anche rimettendo al centro i bisogni e i diritti dei lavoratori».

Le sardine intonano Bella Ciao

Il flash mob è durato una ventina di minuti e si è svolto in un clima festoso «per sconfiggere l’odio e la politica degli slogan».

Le interviste

Più informazioni
leggi anche
Le Sardine manifestano in piazza Colombo a Sanremo
"no agli estremi"
La protesta delle Sardine sbarca a Sanremo
riviera24 -  Sardine Ponentine
L'iniziativa
“La cattiva memoria fabbrica mentitori”, a Ventimiglia flash mob delle Sardine Ponentine per la Giornata della Memoria
commenta