Quantcast

Il campione MMA Danovaro nella sua Genova sulle orme di Don Gallo

Da sempre Bruno è vicino agli emarginati, al recupero per i tossicodipendenti, ai carcerati e agli esclusi

Genova. Dimostrandosi ancora una volta lontano anni luce da certi stereotipi, che vogliono i combattenti come energumeni tutti tatuaggi, steroidi ed aggressività, Bruno Danovaro si impegna ancora una volta per i meno fortunati con: “Una grande voglia di restituire parte del mio successo”.

Il campione MMA imbattuto, testimonial della Sanremese, ieri, ha scelto di andare a mangiare nella trattoria fondata da Don Gallo, il compianto prete “barricadero” fondatore e animatore della Comunità di San Benedetto al Porto .

Da sempre Bruno è vicino agli emarginati, al recupero per i tossicodipendenti, ai carcerati e agli esclusi. Insieme c’era Luca Lavagetto di Telegenova, che ha curato lo speciale sulla vita di Danovaro.