Quantcast

Cantieri navali del Porto Vecchio, il Tar dà ragione al Comune. Devono andarsene

Si sblocca un nuovo tassello utile al restyling dell'approdo cittadino

Sanremo. E’ arrivata l’attesa sentenza da parte del Tar relativa all’occupazione dei Cantieri Navali Sanremo S.r.l nell’area di porto vecchio.

Con pronunciamento a favore del Comune di Sanremo, il Tar ha rigettato il ricorso di annullamento dei provvedimenti di decadenza delle concessioni demaniali, condannando inoltre la società ricorrente al pagamento delle spese di giudizio in favore del comune di Sanremo.

Soddisfazione è espressa dal sindaco Alberto Biancheri: «Il TAR ha riconosciuto le nostre tesi. La determinazione dell’Amministrazione comunale e l’operato degli uffici preposti, che ringrazio, sono stati premiati. Al di là degli aspetti afferenti alla legalità, sottolineando l’importanza di questa iniziativa intrapresa nel 2015, vorrei rilevare quelli inerenti allo sviluppo e alla visione di città. E’ da lì e dai lavori allo scolmatore del San Francesco che è discesa la possibilità concreta della riqualificazione del porto vecchio di cui parliamo oggi, che ritengo essere potenzialmente l’opera più importante degli ultimi trent’anni per i riflessi che avrà in ambito urbanistico, turistico, commerciale e occupazionale».

«Una sentenza che rende merito all’operato degli uffici comunali competenti che da anni si occupano della questione degli ex cantieri navali, una sentenza importante – dichiara l’assessore al Demanio marittimo Mauro Menozzi – che segue quella della Cassazione a Sezioni Riunite, che finalmente mette ordine nell’annosa vicenda. Oggi ci troviamo nella posizione di riprendere possesso delle aree portuali occupate abusivamente. Le interpellanze in Consiglio comunale relative alla richiesta di risarcimento danni, oggi trovano una risposta compiuta. Chi rifonderà il Comune per il mancato utilizzo delle aree in questi anni?».