Alle squadre femminili di Priamar, Don Bosco Vallecrosia Intemelia e Vado i trofei 2019-20 della Federazione Calcistica di Seborga foto

La FCPS ringrazia e si complimenta con tutte le ragazze e i tecnici in campo

Seborga. Sono arrivati dal settore femminile i primi trofei della stagione 2019-20 assegnati dalla Federazione Calcistica del Principato di Seborga. Nel calcio a 11 doppietta del Vado che, dominando il gruppo A della Coppa Italia di Eccellenza ligure, si è aggiudicato sia la Supercoppa che la Coppa di Lega di Seborga rispettivamente assegnate tramite le partite del girone d’andata e quelle del girone di ritorno al termine delle quali ha preceduto in classifica in entrambi i casi Don Bosco Vallecrosia Intemelia e Alassio FC. Con meccanismo simile saranno ora assegnati i due restanti trofei, Coppa e Campionato del Principato, tramite le partite fra le tre medesime squadre nel Campionato di Eccellenza ligure.

Grande spettacolo poi nel calcio a 5 femminile col girone A della Coppa Italia di Serie C ligure appena conclusosi sul filo di lana e con un esito tale da far scomodare gli esperti di curiosità matematiche non solo per la classifica avulsa che ha assegnato il secondo posto al Don Bosco Vallecrosia Intemelia con relativo passaggio del turno ai danni del Priamar ma anche per la particolarità riguardante l’Imperia che, pur risultando vincitrice finale del girone, è arrivata seconda sia nella classifica parziale del girone d’andata sia in quella del girone di ritorno e non ha pertanto conquistato nessuno dei due trofei messi in palio dal Principato i quali sono stati assegnati a Don Bosco Vallecrosia Intemelia (Supercoppa) e Priamar (Coppa di Lega), entrambe alla loro prima vittoria di un torneo dedicato a Seborga.

Presente nelle partite decisive, la FCPS ha voluto ringraziare e complimentarsi con tutte le ragazze ed i tecnici in campo tramite il DS Matteo Bianchini: «Siamo davvero grati a tutte le società che tramite le loro gare di Coppa e Campionato FIGC partecipano ai nostri trofei. Partite sempre ricche di emozioni, di gol e soprattutto di correttezza.

L’ultima partita fra Imperia e Priamar, peraltro giocata sotto ad un autentico diluvio, è stata un vero e proprio manifesto per lo sport con due squadre che avrebbero potuto fare comodi calcoli di classifica ed accontentarsi di un risultato utile per entrambe ai fini della qualificazione alle final four di Coppa Italia mentre invece hanno giocato a viso aperto dando vita ad una gara davvero molto bella e combattuta.

Come abbiamo già detto anche ai dirigenti del Priamar questo modo di intendere il calcio è qualcosa di straordinario che deve andare assolutamente oltre alla loro mancata qualificazione alle final four. E’ per noi un grande onore che i trofei del Principato vengano disputati da squadre e società di questo calibro».