Quantcast

Imperia, voleva acquistare motoscafo e posto barca a Portosole ma è truffato da faccendiere olandese foto

Imbarcazione e stallo non erano del "venditore"

Imperia. Ha i contorni della vendita della Fontana di Trevi da parte di Totò a un ingenuo turista americano immortalato nel film del 1962 di Camillo Mastrocinque, “Totò truffa” la vicenda approdata stamattina in tribunale.

Un inglese in vacanza a Sanremo, infatti, nel 2016 aveva acquistato da un olandese ,W.G.A., allora 50enne un motoscafo per 155mila euro e un posto barca a Portosole per 8 mila euro. Entrambe le quote sono state interamente versate ma né l’imbarcazione, né il posto barca sono stati mai consegnati, risultando appartenere al venditore.

L’udienza per truffa si è tenuta stamattina al giudice Laura Russo con la testimonianza della persona truffata.

Ma c’è un giallo nel giallo: sembrerebbe che l’uomo d’affari l’inglese sia stato avvicinato da una donna mentre passeggiava sulla banchina del porto ammirando le barche. La signora, che avrebbe fatto da tramite, però, non è mai stata identificata e non è entrata nel processo.

La barca in questione apparterrebbe a una società in liquidazione che al tempo aveva necessità di realizzare e  l’olandese, difeso dall’avvocato Sandro Lombardi  avrebbe fatto da intermediario nell’operazione.

Il processo per conclusioni e sentenza è stato aggiornato al 27 gennaio 2020 alle ore 12