Quantcast

Imperia, il convegno sul caso di Sergio Salvagno: medici ed esperti a confronto foto

Rivissuto tutto il percorso dell'uomo ferito dal razzo alle Vele d'Epoca nel 2014: dal primo intervento alla riabiltazione

Imperia. «Grazie a tutti», lo ha voluto scrivere e ribadire Fulvio Salvagno il fratello dell’agronomo colpito a un occhio dal razzo sparato da William McInnes durante il Raduno di vele d’Epoca del 2014. 

convegno salvagno

Il caso di Sergio Salvagno, l’agronomo colpito in un occhio da un razzo durante l’edizione delle Vele d’Epoca del 2014 è stato al centro oggetto di un convegno medico-scientifico che si è  svolto ieri sera nella sala riunioni della Biblioteca civica.

L’organizzazione è a cura della Clinica Sant’Anna nella quale Salvagno è ricoverato.

convegno salvagno

Sono stati  trattati gli aspetti clinici e le prospettive, in considerazione del delicato intervento al quale Salvagno era stato sottoposto per salvargli la vita e il difficile percorso di riabilitazione al quale l’uomo amorevolmente sostenuto dalla famiglia, dalla moglie e dalle figlie, nonché dall’infaticabile fratello Fulvio si sta sottoponendo.

Sono intervenuti  Massimo Fasolis e Umberto Autorino entrambi chirurghi al Maxillo facciale dell’Ospedale Molinette di Torino, Pietro Cena protesista, Cristina Ghirardi logopedista dell’Asl 1 Imperiese, Marco Scajola psicologo clinico psicoterapeuta, Franco Bonello direttore sanitario Clinica Sant’Anna.

Ha moderato l’incontro Andrea Minetti direttore della Clinica Sant’Anna.