Quantcast

Emergenza maltempo. Toti a Imperia: «Pronti ad accogliere turisti per l’Immacolata»

L'impegno della giunta regionale è quello di «rimboccarsi le maniche per riportare la normalità nel più breve tempo possibile»

Imperia. Una lunga riunione, per dire quello che è stato fatto ma soprattutto per ascoltare le istanze del territorio. E’ quella che si è svolta nel pomeriggio nel palazzo della Prefettura, a Imperia, dove il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti è giunto insieme agli assessori Gianni Berrino, Raul Giampedrone, Marco Scajola, Sonia Viale e il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana.

giovanni toti

«Abbiamo incontrato prima gli amministratori della provincia poi le categorie per dire loro quello che stiamo facendo perché era giusto confrontarsi e conoscerne le esigenze nel dettaglio», ha detto il governatore al termine del vertice in cui ha ribadito di aver chiesto al Governo un intervento su due piani, per le somme urgenze e per incrementare le infrastrutture. Per l’intero territorio regionale la conta dei danni è altissima: si parla di oltre 400milioni che Toti ha chiesto al governo centrale.

«Occorre prendere questo ennesimo momento di difficoltà del nostro territorio come uno slancio, come uno stimolo a che tutto questo non accada in futuro – ha aggiunto il presiedente della Regione Liguria -. E quindi è necessario coordinare un confronto comune con il Governo, affinché si finanzino quelle opere che sono indispensabili da un lato alla messa in sicurezza del territorio e dall’altro ad aumentare le infrastrutture, visto che la Liguria ne è carente in modo endemico pur ospitando la prima piattaforma logistica di questo Paese».

L’impegno della giunta regionale è quello di «rimboccarsi le maniche per riportare la normalità nel più breve tempo possibile, aumentando i treni, riaprendo la A6 cosa che speriamo possa accadere domani mattina e poi lavoreremo anche al rilancio del nostro territorio». Una fragile lingua di terra, la Liguria, che nell’ultima settimana è stata colpita, secondo i meteorologi dalla peggiore perturbazione degli ultimi 70 anni.

«Se questa ondata di maltempo finirà – ha concluso Toti – sono sicuro che già per il ponte dell’Immacolata saremo pronti a ricevere tanti turisti sia stranieri che concittadini, però c’è da rimboccarci le maniche e c’è bisogno anche dell’attenzione del governo. Domani incontrerò il presidente Mattarella per un colloquio a Genova e mi auguro che la sua sensibilità ci assista».