Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Pieve di Teco all’anello del monte Frontè sulle tracce del lupo

L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza della specie nel territorio regionale

Più informazioni su

Pieve di Teco. Domenica 3 novembre escursione lungo l’anello del monte Frontè sulle tracce del lupo.

Il lupo è sicuramente la specie più carismatica ed evocativa presente in Italia, da sempre presente nella cultura e nella storia del nostro territorio. Per questa specie di importanza comunitaria e tutelata da numerose leggi nazionali e internazionali l’attività di monitoraggio è essenziale a garantirne la conservazione e mitigarne l’impatto sulle attività antropiche. Molteplici sono le tecniche usate dai ricercatori per studiarne la distribuzione, l’ecologia e il comportamento.

Date le particolari abitudini crepuscolari e notturne e la marcata elusività nei confronti dell’uomo, osservare la specie in natura è un evento raro; di conseguenza spesso si ricorre a metodi indiretti per valutarne la presenza, ricercando nell’area di studio le tracce, che inevitabilmente, lascia sul territorio come impronte, escrementi, resti di alimentazione, etc.

Dagli anni ’90 il lupo si è riaffacciato sulle Alpi Occidentali dopo mezzo secolo di assenza, ricolonizzando quei territori abbandonati dall’uomo, popolati da numerose e diverse specie di ungulati selvatici e nuovamente dominati da fitti boschi. Nelle Alpi Liguri Imperiesi da anni vive stabilmente un branco, comprendendo nel suo territorio il Sito di Interesse Comunitario (SIC) Monte Saccarello-Monte Frontè, cuore del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri.

L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza della specie nel territorio regionale, con particolare riferimento al comparto delle Alpi Liguri e trasmettere i rudimenti per il riconoscimento dei principali segni di presenza della specie. Inoltre il contesto intorno al quale si svilupperà l’attività fornirà spunti per approfondimenti culturali, storici e naturalistici delle aree che si andranno a incontrare.

Scheda tecnica
Lunghezza: 16 km
Dislivello: 900m
Difficoltà: è una escursione di media difficoltà

Dati logistici
Spostamento con mezzi propri
ore 8, ritrovo a Pieve di Teco nel grande parcheggio presso gli istituti scolastici
ore 8.45 arrivo a San Bernardo di Mendatica e inizio escursione
ore 16 rientro a San Bernardo di Mendatica

Per maggiori info chiedere a Matteo Serafini Guida Ambientale Escursionistica al cellulare e WhatsApp – 333 6853041.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.