Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio a 5 AMF, l’Italia si classifica quarta alla Coppa del Mondo C13 2019

Gli Azzurrini, guidati dal CT Guerrino Parise, hanno militato in un girone di ferro con le due potenze sudamericane Argentina e Brasile e la meno blasonata India

L’Italia C13, secondo il ranking ufficiale AMF, è la quarta migliore Nazionale del Mondo e la prima Nazionale europea! Infatti, si è appena conclusa la Coppa del Mondo C13, riservata ai ragazzi nati tra il 2006 e il 2007, disputata nella cittadina iberica di Reus, Regione Catalunya in Spagna, dal 27 ottobre al 3 novembre, che ha visto assoluta protagonista la Nazionale Italiana.

Gli Azzurrini, guidati dal CT Guerrino Parise, hanno militato in un girone di ferro con le due potenze sudamericane Argentina e Brasile e la meno blasonata India. Dopo aver passato il turno di qualificazione passando come migliore terza della manifestazione, l’Italia riesce nell’impresa storica di passare in semifinale dove sfiora il podio classificandosi al quarto posto. Da sottolineare le eccellenti prestazioni del Paraguay che si aggiudica meritatamente la Coppa del mondo, seguito dal Brasile e dalla Colombia.

Il percorso degli Azzurrini è stato davvero entusiasmante e sopra ogni rosea aspettativa: la prima giornata del girone di qualificazione contro l’Argentina vede uscire sconfitta la nostra Nazionale con il risultato di 4-1; tuttavia la squadra non si lascia abbattere da questo primo ostacolo, riuscendo più carichi che mai ad ottenere la vittoria schiacciante di 19-0 contro l’India, in una partita assolutamente galvanizzante.

Tutto ciò non è però abbastanza per affrontare nella terza giornata il temuto Brasile, una delle selezioni favorite di questa coppa del mondo. Gli italiani lottano con grande tenacia mantenendo viva la partita, anche grazie alle parate di Matteo Carta, ma nel finale di gara le doti tecniche sopraffine dei brasiliani li portano ad aggiudicarsi la vittoria con un risultato di 8-3. Nonostante questa sconfitta, l’Italia si qualifica come miglior terza dei gironi, meritandosi a suon di goal il vantaggio nella differenza reti.

Giovedì è stata giornata di riposo e i ragazzi, oltre al meritato relax, si sono impegnati in una sessione straordinaria di allenamento per prepararsi al meglio alle fasi finali del torneo e ideare nuove tattiche utili al proseguimento nel mondiale.

Il giorno successivo i ragazzi ripartono col botto: affrontano i padroni di casa catalani in un match entusiasmante, portando a casa una vittoria eccezionale dal sapore storico, trionfando con il risultato netto di 6-3. Con questo traguardo l’Italia è già tra le prime 4 Nazionali del Mondo.

L’allenamento di giovedì dà i suoi frutti e la vittoria contro la Catalunya carica gli Azzurrini per riaffrontare nuovamente il Brasile nella semifinale di sabato 2 Novembre. I ragazzi danno il tutto per tutto e concludono la prima metà gara in vantaggio con il risultato di 4-2. Il pressing brasiliano però si fa sentire già dalla fine del primo tempo e purtroppo negli ultimi 10 minuti il Brasile prende il sopravvento, ribaltando la partita e trionfando meritatamente con il risultato di 9-5.

Domenica 3 novembre è l’ultima giornata di gara, l’Italia affronta la Colombia e prova a soffiare almeno il terzo posto al triumvirato sudamericano. I colombiani sembrano più energici e in grado di pressare in modo continuativo i nostri ragazzi, in sovraccarico fisico dopo le partite precedenti. Gli Azzurri cercano di tenere testa all’avversario, tornando sul pareggio per ben due volte, ma l’atletismo e la tenacia colombiana, permette loro di aggiudicarsi il podio del Mondiale con il risultato finale di 2-3.

Poco dopo il Paraguay si aggiudica la coppa sconfiggendo il Brasile il una finale spettacolare con il risultato definitivo di 7-2.

Il ranking finale risulta quindi ripartito in questo modo:

1° Paraguay

2° Brasile

3° Colombia

4° Italia

5° Argentina

6° Catalunya

7° Australia

8° Sud Africa

9° Regno Unito

10° Francia

11° Svizzera

12° India

L’Italia con il suo piazzamento appena fuori dal podio e quindi tra le prime 4 Nazionali del Mondo, riesce a sancire quello che rappresenta il migliore risultato della storia del calcio a 5 AMF italiano e inoltre a livello di una competizione giovanile mondiale il miglior piazzamento della storia del calcio a 5 italiano in generale.

Da sottolineare le due eccellenti prestazioni da parte degli Azzurrini Lattari Cristian, eletto miglior marcatore del Mondiale, e Carta Matteo, scelto come miglior portiere.

La Federazione Italiana Football Sala desidera ringraziare sentitamente i ragazzi che hanno compiuto questa meravigliosa impresa, rendendo concreto un sogno fino a poco prima insperato; i Tecnici della Nazionale ovvero il CT Guerrino Parise, il Vice Allenatore e Preparatore dei Portieri William Rossi, il Preparatore Atletico e Fisioterapista Simone Di Benedetto e il Team Manager Alessandro Chinelli per aver gestito al meglio la rosa della Nazionale e aver contribuito al successo finale.

Complimenti all’arbitro italiano Fabio Lo Tartaro per l’ottimo arbitraggio e un complimento speciale a Roberto Ferrari, arbitro della delegazione Svizzera, nominato miglior arbitro del Mondiale.

La FIFS ritiene fondamentale sottolineare l’eccellente organizzazione messa in atto dalla Federazione Catalana e ringraziare Roberto Brusati e la troupe di MediasportChannel per aver ripreso al meglio i momenti salienti dell’intera manifestazione.

Infine un ringraziamento speciale anche ai genitori degli atleti, che con il loro supporto hanno contribuito a rendere questa esperienza davvero unica.

Per rimanere in costante contatto con le attività che la Federazione Italiana Football Sala dedica al calcio giovanile, e non solo, basta collegarsi al sito www.fifs.it oppure seguire i canali social della federazione (Facebook: FIFS – Federazione Italiana Football Sala, Instagram: Fifsfootballsala e YouTube: Fifs italia Official).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.