Quantcast

Al Casinò di Sanremo il X congresso regionale dell’Associazione italiana donne medico

Appuntamento sabato 16 novembre. Tema conduttore, la medicina di genere nell'infanzia e adolescenza

Sanremo. “La medicina di genere nell’età evolutiva e la Carta dei diritti della bambina”: è il titolo del convegno che sabato 16 novembre l’Associazione italiana donne medico – Aidm porterà al Teatro dell’Opera del Casinò in occasione del X° congresso regionale (dalle ore 9).

Organizzato con la collaborazione di Fidapa Bpw Italy – Sanremo, l’appuntamento sarà occasione da parte del Comune per sottoscrivere il protocollo d’intesa per il riconoscimento della Carta dei diritti della bambina, il documento promosso dalla Federazione italiana donne arti e professioni per la difesa e la valorizzazione dei diritti delle donne fin dalla nascita.

Elemento conduttore della giornata di studi, infatti, la differenza di genere nei delicati periodi dell’infanzia e dell’adolescenza, tema che sarà approfonditi da una rosa di esperti nel campo sociale, legale e medico.

«Per la seconda a volta Sanremo sarà sede del convegno regionale dell’Aidm – spiega Elena Lanteri Cravet, presidente della sezione matuziana -. Questa scelta, di cui siamo molto orgogliose, deriva da due fattori: primo, il nostro Comune, a differenza di altri in Regione, non aveva ancora sottoscritto la Carta dei diritti della bambina, il secondo per premiare la crescita e le attività della nostra sezione che negli ultimi anni è stata protagonista di numerosi eventi scientifici. Il convegno è destinato a un’ampia fascia di addetti, dai medici agli infermieri, dagli psicologi agli avvocati, che potranno maturare crediti formativi, ma sarà di interesse anche per educatori e pubblico. Al momento attuale abbiamo già numerose iscrizioni, anche da Torino, Genova e Savona e contiamo su una nutrita partecipazione».

Quanto al tema, Lanteri Cravet sottolinea: «La discriminazione di genere trae spunto da stereotipi maschili e femminili con cui siamo quotidianamente a contatto e che, anche se apparentemente superati, sono capaci nella realtà di influenzare non sempre positivamente le scelte e le decisioni intorno a noi. Sabato parleremo di medicina di genere, una branca relativamente giovane, ma già oggetto di corsi di specializzazione. Finora abbiamo studiato la malattia in sé, la sua epidemiologia, l’evoluzione e la terapia tenendo conto di variabili quali l’età, il peso, la comorbilità ma senza considerare le differenti manifestazioni tra i due sessi. Queste invece sono numerose ed evidenti. Basti pensare alle allergie, ai disordini alimentari, alle cefalee e molte altre patologie. Lo stesso vale per l’utilizzo dei farmaci che non ha mai tenuto conto del differente metabolismo tra l’uomo e la donna.  Tutte queste diversità prendono forma già in età infantile e nell’adolescenza per poi evolvere più evidenti nell’età adulta e perciò noi le abbiamo abbinate alla Carta dei diritti: anche in campo sanitario l’appropriatezza prescrittiva  e delle cure esordisca fin dalla tenera età in modo da fornire alle bimbe le migliori cure cui hanno giustamente diritto».

Patrocinato da Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Sanremo, Asl 1 Imperiese, OMCeoO Imperia; Consiglio dell’ordine degli avvocati di Imperia; Centro Antiviolenza ISV; Creis; Centro di aiuto alla vita; Comitato interassociativo Carta diritti Bambina – Genova, al convegno prenderanno parte autorità civili tra cui l’assessore alle Politiche sociali di Sanremo Costanza Pireri e il vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale.

Dal pulpito dei relatori, invece, prenderanno la parola: Patrizia Acquista, referente Carta dei diritti della bambina per Fidapa Sanremo; Laura Amoretti, consigliere parità di Regione Liguria e socia di Fidapa Imperia; Francesco Balbi, pneumatologo Asl 1 Imperia; Giovanna Baldassarre, neurologa; Rita Burrai, pediatra e socia di Aidm Genova; Luisa Cozzio, direttore S.C Ortopedia e presidente Aidm Genova; Gabriella de Filippi, avvocato e socia di Fidapa Genova; Adele De Leo, coordinatrice comitato interassociativo pro Carta bambina Genova e socia Fidapa Genova; Marina De Matthaeis, gastroenterologa Asl 1 Imperia; Carmela Ferreri, ginecologa Asl 1 Imperia; Laura Granata, avvocato; Monica Iacobelli, past presidente Fidapa Sanremo; Elena Lanteri Cravet; presidente Aidm Sanremo; Valeria Maione, Unige Scienze Politiche e consigliera fiduciaria Asl 3 e Galliera; Fiammetta Malagoli avvocato e presidente della consulta femminile di Genova; Chiara Mantini psicologa e presidente Fidapa Sanremo; Stefania Ricci, neuropsichiatra Asl 1 Imperia; Maria Flavia Savarese, gastroenterologa Asl 1 Imperia; Alessandra Sciolé, psicologa e socia Fidapa Sanremo; Monica Sfamurri, avvocato e socia Fidapa Sanremo; Alba Zolezzi igiene e med. prev.e delegata regionale Aidm; Stefania Demontis, direttore del servizio di Nutrizione clinica.

Clicca qui per scoprire il programma completo del convegno. Per chi desidera ricevere i crediti può registrarsi sul sito www.omceoim.it (sezione “corsi e convegni”).