A Genova il convegno di Liguria Popolare, presente una delegazione di Sanremo foto

«Dobbiamo continuare a marciare tutti insieme e fare nostre le parole di Mario Draghi che ha definito le caratteristiche dell’amministratore pubblico: conoscenza, coraggio e umiltà», ha dichiarato Sergio Tommasini

Sanremo. Dopo la tre giorni di scuola di formazione, domenica 17 novembre si è tenuto il convegno di Liguria Popolare “Idee e valori al centro”: hanno partecipato il governatore ligure Giovanni Toti, la capogruppo di Forza Italia alla Camera Mariastella Gelmini, il capogruppo di Noi con l’Italia alla Camera Maurizio Lupi, il deputato Edoardo Rixi della Lega, il consigliere regionale di Liguria Popolare Andrea Costa (presidente del Movimento civico regionale) e il segretario Fdi Liguria Massimiliano Iacobucci. Presente anche il sindaco di Genova Marco Bucci che aveva già partecipato ad una sessione della scuola di formazione sabato 16 novembre.

Maurizio Lupi: «Le differenze sono ricchezza, la Liguria ci insegna. Vedere oggi insieme Forza Italia e il movimento del governatore Toti, con gli altri protagonisti del centrodestra, con le loro differenze, sta a significare che la politica buona è capace di mettere al centro il bene dei cittadini della Liguria. Le differenze politiche anziché essere una divisione sono una ricchezza e questo può valere anche per il centrodestra nazionale».

Una delegazione di Sanremo era presente alla scuola di formazione e al convegno. Liguria Popolare ha lanciato di fatto lo schema dell’alleanza che aveva vinto a maggio 2015 e si ripresenta compatta per la regionali 2020. Dice Sergio Tommasini di Liguria Popolare a Sanremo: «Dobbiamo continuare a marciare tutti insieme, e mettere in atto quanto appreso dalla scuola di formazione e fare nostre le parole di Mario Draghi che ha definito le caratteristiche dell’amministratore pubblico: conoscenza, coraggio e umiltà. Io aggiungo anche passione e capacità di fare sistema anche con coloro che non la pensano come noi».