Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, tenta furto in un’abitazione del centro: arrestato dalla polizia

Sequestrate decine di chiavi e merce rubata il giorno prima a Milano. L'uomo è stato indagato anche per ricettazione e ingresso clandestino in Italia

Più informazioni su

Ventimiglia. Gli agenti del Commissariato di polizia di Ventimiglia hanno tratto in arresto nella flagranza del reato
di furto tentato un cittadino algerino. Contestualmente lo straniero, 40 anni, senza precedenti, è stato indagato per il reato di ricettazione e per l’ingresso e il soggiorno irregolare sul territorio nazionale.

L’intervento della Squadra Volante della Polizia di Stato si è verificato la notte scorsa, in un’abitazione di via Lungo Roja, a seguito della segnalazione al Numero d’Emergenza 112 da parte del proprietario. Un ottantenne aveva sentito rumori sospetti nel suo appartamento e, subito dopo, aveva notato la sagoma di una persona in fuga nella strada sottostante. I poliziotti, dopo aver raccolto la descrizione dell’uomo, hanno perlustrato i dintorni e hanno rintracciato un individuo compatibile con il ricercato, successivamente identificato dalla vittima.

Ogni dubbio è svanito dall’esito della perquisizione personale. Gli agenti, infatti, gli hanno sequestrato decine di chiavi di ogni tipo e marca, due telefoni smartphone, un pregiato occhiale da sole per donna e un coltello multiuso. Gli investigatori del Commissariato di Polizia ventimigliese hanno appurato che i telefoni e gli occhiali da sole rinvenuti risultavano essere stati rubati il 26 ottobre scorso in una casa di Milano.

Lo straniero è stato inoltre trovato in possesso di un documento d’identità straniero sul quale sono in corso accertamenti ed esami scientifici per verificarne l’eventuale autenticità. Nella mattinata odierna si è tenuto presso il Tribunale di Imperia il processo per direttissima. Dopo aver convalidato l’arresto ed il sequestro operato dai poliziotti, il giudice, richiesta dell’imputato, ha applicato la pena, sospesa, di 1 anno e 8 mesi di reclusione con confisca dei beni sequestrati e restituzione degli stessi ai legittimi proprietari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.