Quantcast

Si alza il sipario sul 7° Gran Premio Città di Sanremo, 68 gli handbiker iscritti foto

La gara è organizzata dalla Polisportiva IntegrAbili con il supporto dell'Amministrazione comunale

Sanremo. La Città dei Fiori, domenica 6 ottobre, sarà teatro di un grande evento di sport: il 7° Gran Premio Città di Sanremo-European Handbike Circuit. 

Per il settimo anno consecutivo la Polisportiva IntegrAbili, grazie al supporto dell’Amministrazione Comunale, organizza la gara nazionale di ciclismo paralimpico categoria handbike, valida per la finale del Campionato Europeo di Handbike (EHC-EHF)- Circuito cittadino. Il percorso di gara consiste in un circuito cittadino (3 km da ripetersi più volte nel classico format di “1 ora+ 1 giro”), tecnico e apprezzato da chi ha partecipato alle gare negli anni precedenti. I 68 iscritti partiranno alle 14.30 dal Lungomare Italo Calvino, proseguiranno verso il porto vecchio e il Victory Morgana Bay, seguiranno il percorso lungo la pista ciclabile, corso Mombello, vecchia stazione per giungere infine in piazzale Carlo Dapporto. Le premiazioni si svolgeranno al campo di atletica intorno alle 17.

«Bisogna calcare la mano su quelli che sono gli sport che si dicono minori, ma di minore non hanno niente, perché i diversamente abili sono molto abili visto che hanno dei risultati davvero eccellenti, soprattutto in questa disciplina – afferma il consigliere comunale Mario Robaldo – E’ il settimo anno che viene fatta questa gara, il secondo anno che viene fatto a livello europeo. Sanremo è importante anche perché ospiterà tanti personaggi conosciuti a livello nazionale e internazionale. Vorrei che la città capisse l’importanza di questa cosa e ci fosse sempre più partecipazione durante la gara. Il nostro plauso va all’organizzazione per il lavoro che c’è dietro. Abbiamo atleti anche a livello locale che si stanno facendo valere sempre più per gli ottimi risultati raggiunti».

«Quest’anno abbiamo compiuto dieci anni e siamo riusciti a raggiungere obiettivi molto importanti – fa sapere l’associazione Polisportiva Dilettantistica IntegrAbili – Quest’anno per quanto riguarda la gara abbiamo cambiato la parte logistica e organizzativa, tutto si svolgerà al campo di atletica di Pian di Poma, dove si svolgeranno l’accoglienza degli atleti, le registrazioni ed il pranzo pre-garaE’ un circuito che piace infatti ogni anno attira sempre più iscritti. E’ stato paragonato al Gp di Monaco come forma e percorso. Il circuito è sorvegliato da 100 persone per garantire la sicurezza della manifestazione. Vi saranno inoltre cambiamenti di circolazione stradale e divieti di sosta nel pomeriggio per permettere lo svolgimento della gara».

La manifestazione, proposta per la prima volta nel 2013 quale gara a livello regionale, è cresciuta in maniera esponenziale negli anni, nel 2017 è stata finale del Campionato Italiano di Società, con 70 atleti in gara. L’edizione di quest’anno proclamerà i nuovi Campioni Europei 2019 in quanto tappa finale dell’European Handbike Circuit. Fra gli iscritti figurano handbiker di fama mondiale che gareggeranno sfoggiando maglie iridate e medaglie olimpiche, come Roberta Amadeo, campionessa italiana in carica a cronometro ed in linea. Campionessa europea nel 2016, ha vinto la medaglia d’oro ai mondiali di handbike a Emmen in Olanda.

Un altro handbiker di spicco è Vittorio Podestà, campione ligure che ha conquistato il primo titolo di campione italiano a cronometro. Diventato campione del mondo per la prima volta a Bordeaux nel 2007, ai giochi di Pechino 2008 vinse la medaglia di argento nella cronometro, nel 2009 e 2011 ha conquistato la medaglia d’argento ai mondiali di Bogogno e Roskilde, ai giochi di Londra del 2012 vinse tre medaglie: argento nella staffetta e due bronzi nella cronometro e nella partenza di massa. Presente al via anche Saverio Di Bari, handbiker di spicco della Riviera di Ponente, terzo ai Campionati Italiani del 2015.

La squadra di casa degli IntegrAbili Handbike Team schiererà il giovane Paolo Francione che nel Giro d’Italia Handbike 2015 con la vittoria di una tappa a Castel di Sangro in Abruzzo e i vari piazzamenti, a soli 23 anni, conquistò la Maglia Bianca quale miglior giovane under 28, e Francesca Porcellato, la “rossa volante”, atleta versatile che vanta palmares d’eccezione, si è cimentata su distanze che variano dai 100 m alla maratona, vincendo tra l’altro quelle di New York, di Londra, di Boston e di Parigi. Ha partecipato a sei edizioni dei giochi paralimpici estivi vincendo dieci medaglie con la carrozzina olimpica, a Pechino è stata anche portabandiera. Dopo Atene 2004 si è dedicata anche allo sci di fondo paralimpico, partecipando ai giochi paralimpici invernali di Torino 2006, Vancouver 2010 e Sochi 2014. Nel 2010 ha conquistato la medaglia d’oro nella gara di sprint. Nel 2015 si è aggiudicata due medaglie d’oro nella cronometro e nella gara in linea H3 ai campionati del mondo su strada di Nottwil. Nella stessa stagione ha vinto un oro e due argenti in eventi di coppa del mondo. Si conferma imbattibile in Sudafrica vincendo la crono e la gara in linea per distacco. Infine ai giochi paralimpici di Rio 2016 ha conquistato due medaglie di bronzo.

L’evento, come ogni anno, vuole essere anche un’occasione di sensibilizzazione del territorio verso lo sport paralimpico ed in particolare verso il ciclismo su handbike che ha avuto di recente una grande risonanza grazie ai risultati del team degli handbiker italiani ai Campionati del Mondo di Paraciclismo.

Il programma:

  • alle 10.30, ritrovo presso la pista d’atletica zona Pian di Poma
  • alle 11-12.30, verifiche licenze e punzonatura
  • alle 11.30, pranzo pista d’atletica zona Pian di Poma
  • alle 13, riunione tecnica pista d’atletica in zona Pian di Poma
  • alle 13.30, trasferimento in handbike all’area alla vecchia stazione in zona partenza, apertura del circuito, riscaldamento e giro di ricognizione
  • alle 14.30, partenza gara
  • alle 16.30, fine gara
  • alle 17, premiazioni presso la pista di atletica in zona Pian di Poma