Quantcast

Sanremo, Villa Angerer fa gola. In Comune arrivano progetti per riaprirla

Le offerte passano nelle mani della soprintendenza

Sanremo. Va a buon fine la manifestazione d’interesse rilanciata dall’assessore al Patrimonio Silvana Ormea rivolta alla valorizzazione, tramite investimenti privati, di Villa Angerer.

Un numero tutt’ora imprecisato ma considerevole di progetti sono arrivati all’indirizzo di Palazzo Bellevue nei giorni scorsi, in risposta al bando del Comune che puntava all’affidamento a terzi dell’edificio in stile liberty che fu del facoltoso austriaco Leopold Angerer, ristrutturato solo in parte durante il primo mandato Biancheri e chiuso ormai da tanti anni.

Le domande protocollate sono state inviate alla Soprintendenza per i Beni culturali che avrà il compito di discernere quali tra quelle formalmente corrette rispettano i criteri di sviluppo che una residenza storica vincolata dallo Stato richiede. Le condizioni contrattuali previste per l’affidamento, della durata di nove anni, rinnovabili per altri nove, fissano in cinquanta mila euro all’anno il canone di concessione.