"trofeo internazionale"

Ospedaletti, tutto pronto per la prima rievocazione storica automobilistica. Protagoniste le F1 d’epoca

La 1^ edizione per le quattro ruote si terrà il 12 e 13 ottobre

Ospedaletti. Tutto pronto per la rievocazione storica automobilista che riporterà la Città delle Rose ai bei tempi in cui sul proprio autodromo cittadino si teneva il trofeo internazionale automobilistico Sanremo.

E’ stata presentata questa mattina, alla presenza del primo cittadino Daniele Cimiotti e dei rappresentati del comitato circuito storico e Asi, la prima edizione che si terrà sabato 12 e domenica 13 ottobre, una manifestazione che riprende la ormai tradizionale rievocazione storica delle due ruote che ha reso “Spiareti” una delle cittadine più note nel panorama degli appassionati dei motori d’epoca. Formula 1, barchette e sportive fabbricate dal 47 al fine degli anni 1950 gareggeranno a colpi di stile.

Per i comuni automobilisti e i mezzi pubblici, data la chiusura del tratto di Aurelia interessato dall’evento, il traffico sarà deviato in via XX settembre aperta eccezionalmente al doppio senso di marcia. Sfumata per problemi tecnici la sfilata al “al contrario” che nell’intenzione degli organizzatori si sarebbe dovuta tenere sabato sul tracciato degli esordi sul quale si girava in senso orario, salendo da via De Medici.

«Dal momento del mio insediamento ho abbracciato questa proposta immediatamente e con la mia amministrazione abbiamo lavorato molto per fare in modo di organizzarla in breve tempo, commenta il sindaco Cimiotti. Le manifestazioni motoristiche hanno grande richiamo turistico, per questo è nostra intenzione riportare via XX settembre a doppio senso di marcia, in maniera tale da poter sfruttare maggiormente il tracciato del circuito per manifestazioni».

«Nella mia opera di promozione di Ospedaletti nel nord Europa – ha aggiunto l’assessore al Turismo Birgit Brugger -, ho riscontrato grande interesse rispetto a questa importante manifestazione che, più di altre, è appetibile per i turisti di origine tedesca. Ringrazio tutti gli enti che hanno collaborato per far sì che l’evento si potesse organizzare in così poco tempo, a partire dal comitato per il circuito».

«Partiti da zero, in pochi mesi siamo riusciti a fare un miracolo organizzativo, spiegano il presidente del comitato circuito Jug Cardone e il vice Marco Mazzola. Nonostante alcuni momenti di sconforto, quando abbiamo visto arrivare così tante iscrizioni l’entusiasmo ha prevalso sulle difficoltà: il 12 e 13 ottobre sfileranno oltre quarta fuoriserie tutte originali, molte delle quali provenienti dal resto d’Europa. Tra queste, spiccano la Barchetta 1100 Furia che corse qui nel ’49, esemplare unico; la Maserati di Ascari; una Stanguellini 1100, ancora, una Fiat-Bmw DKU che ha corso sempre più di cinquant’anni fa; alcune Bugatti che potrebbero andare a formare una batteria dedicata».

L’ultimo Gran Premio automobilistico si disputò il 22 aprile 1951 con una gara di F. 1 vinta da Alberto Ascari su Ferrari, già sul gradino più alto del podio nel 1948. Con questo successo il futuro due volte campione del mondo pareggiava le vittorie di Juan Manuel Fangio, che sul Circuito di Ospedaletti aveva primeggiato nel 1949 e nel 1950.

Ascari non fu solo 1° ultimo vincitore, ma anche 1’ ultimo pilota, assieme a Gigi Villoresi e Eugenio Castellotti alla guida di una vettura di F.1 a Ospedaletti, visto che nel dicembre del 1954 l’ autodromo fu scelto dalla Lancia per una serie di prove di messa a punto della D50.

La sospensione dell’attività automobilistica non mise fine alle competizioni su quello che Enzo Ferrari aveva chiamato il ” piccolo Nùrburgring” italiano, che è continuata in ambito motociclistico fino al 1956. Nel 1957 anche il Circuito di Ospedaletti, che non è una struttura permanente ma è ricavato chiudendo strade solitamente destinate al normale traffico, deve sospendere la sua attività in seguito all’incidente occorso durante 1a 1000 Miglia, che comporta 1a sospensione delle competizioni motoristiche su strada.

Nel 1961 il veto imposto dal Ministero degli Interni viene superato e sul Circuito di Ospedaletti si può così disputare l’undicesima edizione del Gran Trofeo Motociclistico Sanremo. Per altri 11 anni Ospedaletti continua ad essere uno dei principali appuntamenti sulla scena agonistica internazionale, ma quella del 1972 è l’ultima edizione.

Dopo molti anni di silenzio, la passione, che si concretizza nel Comitato Circuito Ospedaletti, con la collaborazione del Comune, dell’ASI, Automotoclub Storico Italiano, del Comune di Sanremo, della Provincia di Imperia, della Regione Liguria e dell’intera popolazione, ha riacceso i motori e dopo quelli delle moto adesso tocca alla prima rievocazione del Gran Premio Automobilistico.

ll Comune di Ospedaletti, grazie alla sua consolidata tradizione motoristica, è federato ASI e fa parte dell’Associazìone Città dei Motori; per questo è particolarmente sensibile verso tutte le iniziative che possano valorizzare il motorismo storico. Sabato 12 e domenica 13 ottobre sarà quindi possibile vedere le monoposto di Formula Uno d’epoca ma anche le vetture Sport e Barchetta sfilare a pochi metri dal pubblico, sul medesimo circuito in cui gareggiarono oltre mezzo secolo fa.

La Rievocazione organizzata dall’apposito Comitato in seno al Comune di Ospedaletti con la collaborazione del Club Amatori Veicoli d’Epoca di Imperia non sarà un ”semplice” raduno di auto d’epoca su strade aperte al traffico, bensì la celebrazione delle competizioni che si svolgevano sullo storico circuito, chiuso al traffico e rimasto inalterato; si potranno ammirare le celebri Alfa Romeo, Bugatti, Ferrari e Maserati da Grand Prix e ci sarà anche spazio per le esposizioni statiche dedicate alle vetture più eleganti e significative sotto il profilo storico e industriale.

NOTE STORICHE SUL GRAN PREMIO Dl SANREMO-CIRCUITO DI OSPEDALETTI

Oltre alle più note gare per le motociclette, Ospedaletti ospitò anche le auto da competizione. Nel 1937 venne disputato il 1° Circuito Automobilistico di Sanremo, che però si rivelò presto piuttosto e pericoloso; per questo, terminata la seconda guerra mondiale, le competizioni automobilistiche ripresero ad Ospedaletti. Qui, nel 1947, venne individuato un tracciato con un lungo rettilineo ed un’ottima circonvallazione, che non rendeva necessaria l’interruzione della viabilità in occasione delle gare. Il 13 aprile di quell’anno venne disputato il 2° Gran Premio Automobilistico di Sanremo riservato alle vetture Sport fino a 750, fino a 1100 e oltre 1100 cc di cilindrata; Dal 1948, poi, il Gran Premio di Sanremo entrò a far parte del Campionato di Formula Uno, perciò vi corsero i piloti più famosi dell’epoca: Nuvolari, Fangio, Ascari, Bira, Villoresi e molti altri. Quell’esperienza si concluse nel 1951, ancora una volta per la sopravvenuta insufficienza dell’elemento decisivo per Ia sicurezza e meno presente in Liguria: lo spazio.

Le vittorie nei Gran Premi di Formula Uno disputati ad Ospedaletti andarono ad Ascari su Maserati (seguito da Villoresi e Bucci, sempre su Maserati) nel 1948, a Fangio su Maserati (seguito da Bira e De Graffenried o Campos, rispettivamente nella prima e seconda prova, tutti su Maserati) nel 1949, a Fangio su Alfa Romeo (seguito da Villoresi su Ferrari e Pilan su Maserati) nel 1950 e ad Ascari su Ferrari (seguito da Serafini e Fischer, sempre su Ferrari)nel1951.

Il circuito continuò poi ad essere utilizzato per diverse specialità automobilistiche e, sino al 1972, anche per i Gran Premi Motociclistici che ogni biennio, dal 2008, il Comune di Ospedaletti già rievoca con la collaborazione del Comitato locale ed !il sostegno degli enti nazionali per il motorismo storico.

Di seguito il programma completo:

 

“1^ RIEVOCAZIONE STORICA AUTOMOBILISTICA” 

PROGRAMMA 

Il programma di questa manifestazione si svolgerà su due giorni: 

Sabato 12 OTTOBRE 

Ore 8,30-12,30 accredito partecipanti 

Ore 15,00 concorso di eleganza statico (una giuria di 

qualità valuterà le macchine nelle postazioni assegnate) 

Ore 18,00 talk-show 

Ore 20,00 cena di gala con premiazione concorso di 

eleganza 

Domenica 13 OTTOBRE 

Orario partenze MATTINO: 

h 8,45 apertura manifestazione 

h 9,00 partenza 1^ batteria 

h 9,45 partenza 2^ batteria 

h 10,15 partenza 3^ batteria 

h 11,00 partenza 4^ batteria 

h 11,45 partenza 5^ batteria 

h 12,15 arrivo ultima batteria e pausa pranzo 

Orario partenze POMERIGGIO: 

h 13,30 ripresa della manifestazione con 

partenza 1^ batteria pomeridiana 

h 15,00 partenza 3^ batteria 

h 17,00 arrivo ultima batteria 

L’ordine di partenza sarà fornito al momento dell’accredito il sabato mattina. Alla fine della manifestazione saluti e arrivederci al 2021. 

h 14,15 partenza 2^ batteria 

h 15,45 partenza 4^ batteria 

h 16,30 partenza 5^ batteria 

Il programma potrebbe subire variazioni non dovute a nostra volontà.

leggi anche
rievocazione storica auto d'epoca ospedaletti
L'evento
Le Formula 1 d’epoca tornano a sfrecciare sul circuito di Ospedaletti, a ottobre la rievocazione storica
commenta