Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, incontro con padre Renato Kizito Sesano all’istituto Ruffini foto

Hanno partecipato tre classi del triennio, gli studenti della sede distaccata di Pieve di Teco e un gruppo di 5 studenti di varie classi pronti a partire per un Erasmus+

Imperia. Questa mattina nell’aula 20 dell’I.I.S. Ruffini un incontro di quelli “importanti”, che resteranno nella mente e nel cuore di chi lo vive! Un’occasione in cui 3 classi del triennio del Ruffini, gli studenti della sede distaccata di Pieve di Teco e un gruppo di 5 studenti di varie classi pronti a partire per un Erasmus+, hanno conosciuto e ascoltato il padre missionario comboniano padre Renato Kizito Sesano.

L’incontro voluto dall’associazione AIFO, e organizzato con grande entusiasmo di Susanna Bernoldi, ha portato
nei locali della scuola la testimonianza di un padre missionario da sempre a fianco degli ultimi della terra, scrittore, educatore che dedica la sua vita ai bambini di Kenia e Zambia e che tanto ha fatto anche per il Sud Sudan.

Un momento di “cittadinanza attiva”, in cui una 70 di ragazzi hanno potuto ascoltare i racconti e le esperienze di un missionario sempre in prima linea e che ha creato un filo con il secondo progetto Erasmus+ che coinvolge gli studenti del Ruffini il cui titolo è “We are all human beings”.

I ragazzi hanno potuto assistere alla proiezione di un video che presenta il modo in cui i bambini vengono tolti dalla strada e aiutati in un percorso che faccia loro “iniziare” una nuova vita, non a caso vengono proprio vestiti con abiti nuovi, dopo aver bruciato quelli vecchi, quasi a voler dare un segno tangibile del nuovo percorso. Un lavoro importantissimo, ricco di soddisfazioni e frutti positivi quello del padre missionario che ha portato come esempio di studenti ormai iscritti all’università , quello di un ragazzo che frequenta l’università dl cibo di Pollenzo.

Una mattinata di formazione sul campo, potremmo dire, che ha lasciato un segno negli studenti che sono intervenuti con domande precise ed interessanti e uno spunto per poter sviluppare tematiche tanto importanti nella crescita come cittadini dei nostri ragazzi. Un grazie davvero sentito quello che i ragazzi hanno dato a padre Kizito, un’esperienza che continuerà anche pomeriggio con l’incontro di formazione per gli insegnanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.