Imperia, il Ruffini in Erasmus. Le tappe degli studenti in giro per l’Europa foto

Il racconto degli allievi imperiesi

Più informazioni su

Imperia. «Lunedì mattina… ore 8 a Giannina, Grecia. Eccoci pronti ad iniziare l’avventura Erasmus+ con i nostri 10 studenti in rappresentanza dell’Italia, ospiti della 3GELIoanninonEpifaneiosSxolha Giannina, insieme al team Spagnolo da Majadahonda, vicino a Madrid, e quello Turco, da Ajdin». Parte da queste righe il racconto degli studenti del Ruffini di Imperia che hanno vissuto l’esperienza dell’Erasmus+ (plus), il programma europeo che porta anche gli studenti delle superiori a vivere esperienze formative nell’Unione Europea.

«Una settimana di lavoro e competizioni di “debate internazionale” in cui 8 squadre con ragazzi di tutte le nazionalità discuteranno e supporteranno la loro posizione, Pro o Contro riguarda la mozione” An increase inspending on educationwouldlead to betterresults”.

Un’occasione x condividere emozioni, imparare e confrontarsi sul diverso modo di vivere la scuola e il tempo libero e scoprire interessi comuni e differenti. Chi non ha mai assistito alla preparazione dei ragazzi…resterebbe stupito dall’energia e dalla passione che mettono nel prepararsi a difendere la loro posizione, nell’affrontare il lavoro di squadra e nel controbattere consapevolmente, dopo aver ascoltato le ragioni degli avversari,alle idee e alle evidenze portate avanti dall’altro team.

Un lavoro didattico che porta frutti in termine di crescita personale e competenze scolastiche ma…qui un’esperienza che unisce studio e scoperta di un nuovo paese e di alcune importanti attrazioni turistiche. Scopriremo la regione di Zagori, con le sue gole impressionanti, e il tempio di Dodoni, con il suo oracolo spingendosi fino ai monasteri delle Meteore.
Una settimana intensa e “fuori porta”…ma anche chi è rimasto ad Imperia, fa sì che il Ruffini si distingua, infatti è presente,presso il Polo universitario imperiese, oggi e domani con studenti e insegnanti dei suoi quattro corsi di studio per presentare la scuola, i programmi e i suoi numerosi progetti».

Più informazioni su