Imperia, diffamazione in campagna elettorale: emesso decreto di condanna contro Lucia Scajola e Paolo Petrucci

Pena sospesa, ma avvocato potrebbe impugnare il decreto

Imperia. Il tribunale civile di Imperia ha emesso un decreto penale di condanna di 9mila euro per ciascun imputato, con sospensione della pena, nei confronti di Lucia Scajola, figlia dell’attuale sindaco di Imperia, Claudio, e il cugino di lei, Paolo Petrucci.

I due erano stati indagati con l’accusa di diffamazione aggravata per avere creato, a detta dell’accusa, un falso profilo Facebook attraverso il quale avrebbero insultato gli avversari politici dell’ex ministro, a margine della scorsa campagna elettorale del 2018.

 

A giudizio si erano costituite parti offese Piera Poillucci e Antonello Ranise, candidati si Forza Imperia, alle scorse amministrative. L’avvocato dei due imputati, Erminio Annoni, si è riservato di impugnare il decreto, in linea di principio, malgrado la sospensione della pena non comporti alcun addebito giudiziario.