Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla caduta del fascismo alla strage di piazza Fontana: la storia della magistratura raccontata a Sanremo foto

Ne hanno parlato due protagonisti: i magistrati Edmondo Bruti Liberati e Grazia Pradella

Sanremo. E’ stato presentato oggi, all’interno della rassegna Martedì Letterari organizzata dal Casinò di Sanremo, il libro “Magistratura e società nell’Italia Repubblicana“, alla presenza dell’autore: il magistrato Edmondo Bruti Liberati, già procuratore della Repubblica di Milano ed ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati. All’evento ha preso parte anche il procuratore aggiunto di Imperia Grazia Pradella che ha lavorato con Bruti Liberati nei suoi anni milanesi. «La nostra conoscenza è più che ventennale – ha detto la Pradella – E devo dire che il libro riflette quella che è la personalità di Edmondo. E’ una delle persone più di buon senso ed equilibrate che io abbia mai avuto la fortuna di conoscere. Ha saputo affrontare questioni delicate con determinazione guidando la Procura più attiva e importante d’Italia: quella di Milano». E ancora: «Ci sono stati momenti in cui a Milano era difficile fare il magistrato», ha aggiunto il procuratore aggiunto di Imperia, che proprio da Milano ha seguito l’ultima indagine relativa alla strage di piazza Fontana, riaperta nel 1995, che ha definitivamente archiviato la pista degli anarchici dietro l’attentato.

Nel suo nuovo libro, il magistrato traccia un quadro ampio e non privo di ombre del difficile percorso di attuazione dei valori democratici nella magistratura e nella società. Dalla caduta del fascismo all’entrata in funzione della Corte Costituzionale e del Consiglio superiore della magistratura; dai difficili anni del terrorismo alla stagione di Mani pulite, per arrivare ai più recenti tentativi di riforma del sistema della giustizia.

Oltre a un numeroso e attento pubblico, hanno assistito al convegno anche il procuratore capo di Imperia Alberto Lari, il comandante della compagnia dei carabinieri di Sanremo, capitano Mario Boccucci, e il dirigente del commissariato di polizia di Sanremo, Giovanni Santoro.

 

.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.