Carcere di Imperia, Pagani (Uil): «Doppio dei detenuti e mala gestione»

«L’amministrazione penitenziaria, non ha compreso chiaramente la pericolosità e i forti rischi per l’istituto, soprattutto in termini di sicurezza sociale»

Più informazioni su

Imperia. «Dato rilevato intorno alle 8 di stamani circa, il carcere di Imperia vanta quasi il doppio dei detenuti 98 presenti su una capienza massima regolamentare di 68 detenuti, l’Istituto non ha più un posto disponibile e soprattutto la difficile gestione dei detenuti in attesa di giudizio, con i definitivi e diversi divieti di incontro mettono a rischio la sicurezza».

A dichiararlo è Fabio Pagani, segretario regionale Uil Penitenziari della Liguria che aggiunge: «Non solo sovraffollamento, la direzione ha praticamente abbandonato i suoi poliziotti, che non solo non hanno più un posto per parcheggiare durante il servizio , ma ha dimenticato di attribuire una parte nello stipendio di Ottobre, “l’incentivo”, non è possibile che il personale di polizia penitenziaria di Imperia viva questo stato di abbandono.

L’amministrazione penitenziaria, non ha compreso chiaramente la pericolosità e i forti rischi per l’istituto, soprattutto in termini di sicurezza sociale – afferma Pagani – facciamo appello alle istituzioni locali e al ministro della Giustizia Bonafede, che si assumano per competenza le responsabilità , prima che sia troppo tardi, se permangono queste condizioni é a rischio la sicurezza dell’istituto e della stessa città».

Più informazioni su