Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, Scullino illustra i suoi primi 100 giorni e annuncia: «L’anno prossimo riaperta la scuola Cavour» foto

Una carrellata di interventi e progetti, ma il sindaco dice: «Si poteva fare di più»

Ventimiglia. «Si poteva fare di più». Lo ha affermato il sindaco Gaetano Scullino dopo aver parlato per oltre un’ora dei progetti già concretizzati e di quelli avviati nei primi cento giorni del suo secondo mandato amministrativo.

riviera24 - Amministrazione Scullino

«Cento giorni che non sono passati invano – ha detto il sindaco – Ci siamo impegnati tantissimo, ma non è stato semplice perché quando siamo entrati non avevamo idea della situazione finanziaria lasciata dalla precedente amministrazione».

Riorganizzazione della macchina comunale, istituzione di un ufficio ricerca fondi, viabilità e parcheggi, porto e collegamento via mare, verde pubblico e ambiente, sicurezza e scuola. Sono alcuni dei capitoli sui quali l’amministrazione ha puntato nei primi tre mesi di mandato.

«Abbiamo rispettato quanto detto in campagna elettorale: in primis riorganizzando la macchina comunale, secondo quello che era il nostro sistema – ha esordito Scullino – Come promesso, abbiamo realizzato una nuova macro-struttura e una microstruttura. C’è ancora qualche casella da riempire, ma il responsabile del persona Armando Bosio e il direttore generale Marco Prestileo ci stanno lavorando». Una volta riorganizzata la macchina comunale, il sindaco ha voluto che venisse ricostituito quell’ufficio ricerca fondi che nel suo precedente mandato ha portato a Ventimiglia contributi per 24 milioni di euro. L’ufficio è guidato dal braccio destro di Scullino, il commercialista Prestileo.

«Ho ritrovato tutti i progetti di sette anni fa, che sono stati lasciati nel cassetto e mai toccati», ha detto il sindaco, annunciando che sta lavorando per far sì che in piazza Costituente venga realizzato un parcheggio a due piani che potrà portare in città fino a 180 posti auto. Un parcheggio verrà realizzato anche dall’ex Gil, anche questo a due piani: «Riteniamo che saranno cantierabili nel giro di 12 mesi – ha detto Scullino – I progetti che abbiamo lasciato erano molto avanzati, per cui potranno essere realizzati in tempi non troppo lunghi».

Altri parcheggi, circa 900, verranno realizzati nelle ex aree ferroviarie di cui il Comune dovrebbe entrare in possesso a breve. «Abbiamo chiesto all’ad di Ferrovie dello Stato Umberto Lebruto di concederci in anticipo quelle aree dismesse che attendiamo da dieci anni – ha detto Scullino – Abbiamo perso il treno Ikea, il treno Ferrero e quello altrettanto importante con gli industriali con la provincia di Cuneo. Treni che io non avrei perso. Ma ora dobbiamo guardare avanti».

Non solo parcheggi: a Ventimiglia Alta verrà costruita, come deciso dall’amministrazione Ioculano una nuova scuola al Funtanin. Il progetto sarà presentato entro la prossima primavera. «Purtroppo però, a parte i 2milioni di euro assegnati dalla Regione, a Bilancio non è stato lasciato nulla – afferma il sindaco – Zero euro a fronte di una spesa di oltre 4 milioni. Ci attiveremo per trovare i due milioni che mancano». Ma non è tutto: siccome la nuova scuola sarà pronta in 5 o 6 anni, l’amministrazione Scullino sta lavorando per riaprire la scuola Cavour. «Abbiamo chiesto a tre diversi ingegneri di effettuare un sopralluogo – ha spiegato il sindaco – L’edificio è solido, certo non è adeguato alle normative antisismiche attuali, essendo del 1400. Ma con lavori quali la rimozione dei controsoffitti, la realizzazione di un nuovo impianto elettrico e la modifica di alcune finestre, la Cavour potrà tornare ad ospitare gli alunni».

Nuova pista ciclabile. Oltre a quella già in programma sul lungomare, che comunque su imput della neo insediata amministrazione dovrà subire alcune modifiche, in modo da non perdere posti auto (Scullino chiesto che venga realizzato un tratto di passeggiata a mare a sbalzo), Ventimiglia avrà una nuova pista ciclabile di circa 2 km e mezzo di lunghezza che da via Sottocovento raggiungerà corso Genova, passerà dietro al teatro romano e arriverà fino in stazione.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.