Quantcast

Ventimiglia, pulizia bivacchi dei migranti. In due anni spesi più di 130.000 euro

Sono le zone che vanno da Largo Torino sino a Corso Limone Piemonte ed anche all’interno del letto del fiume Roja

Più informazioni su

Ventimiglia. Una cifra pari a 132.850 euro è quanto è stato speso dal Comune in due anni per ripulire e bonificare le zone dove bivaccano i migranti. A partire dal giugno del 2017 sono state firmate ben 11 determine (dall’amministrazione Ioculano prima e Scullino poi) finalizzate a stanziare fondi per l’impresa (la Dock’s Lanterna di Genova) che ha il compito di intervenire nei posti a più alta concentrazione di immigrati e profughi.

Questi, provenienti generalmente da Asia e Africa, sin dal 2015 arrivano in città sperando, spesso vanamente, di raggiungere il Nord Europa, ma il più delle volte, respinti dalle autorità francesi, finiscono per rimanere a lungo a Ventimiglia.

Spesso bivaccano sulle zone che vanno da Largo Torino sino a Corso Limone Piemonte ed anche pernottano all’interno del letto del fiume Roja, utilizzando le medesime aree come luogo di bivacco diurno e notturno e di espletamento dei propri bisogni corporali. Stesso discorso vale per la frazione di Grimaldi (Inferiore e Superiore). In ordine temporale l’ultimo esborso di denaro dalle casse comunali per ripulire questi posti si è verificato ieri, con una cifra stanziata pari a 12.870 euro.

Più informazioni su