Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D, la Sanremese perde la prima partita casalinga contro la Fezzanese

Il presidente della società Glauco Ferrara e lʼassessore allo sport del Comune Alessandro Sindoni consegnano al capitano Max Taddei la maglia e la targa celebrativa per le cento presenze in maglia biancoazzurra

Sanremo. Prima partita casalinga per la Sanremese di mister Ascoli, che affronta la Fezzanese dopo il pareggio di Caronno. Prima dellʼinizio del match il presidente della Sanremese Glauco Ferrara e lʼassessore allo sport del Comune di Sanremo Alessandro Sindoni consegnano al capitano Max Taddei la maglia e la targa celebrativa per le cento presenze in maglia biancoazzurra.

All’inizio del primo tempo i padroni di casa si mostrano subito propositivi, in particolare con Lo Bosco e Colombi, ma il portiere ospite Greci riesce sempre a salvarsi, anche con un po’ di fortuna. Le azioni offensive non premiano la Sanremese e la Fezzanese ne approfitta al 15’: dopo qualche attacco poco pericoloso, un retropassaggio troppo corto di testa di Taddei favorisce il veloce inserimento di Diallo, che viene abbattuto in area da un intervento di Caruso in disperata uscita. Ammonizione per il portiere biancoazzurro e calcio di rigore per la Fezzanese. Sul dischetto si presenta il numero 23 Cantatore che davanti a Caruso non sbaglia, con un preciso piazzato che si insacca in basso a sinistra: Sanremese – Fezzanese 0-1.

I padroni di casa non ci stanno e reagiscono, creando azioni su azioni che mettono a dura prova la difesa dei verdi. Tre minuti dopo il gol di Cantatore, Likaxhiu batte Greci con un tiro dai 25 metri, ma la rete viene annullata dallʼarbitro Sicurello di Seregno probabilmente per un tocco di mano di Lo Bosco che era sulla traiettoria.

L’episodio contestato carica i biancoazzurri, che ci provano ancora, prima con Lo Bosco, poi con una pericolosa rovesciata di Manes che termina fuori di poco. Le azioni si susseguono: al 43’ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra, Spinosa mette in mezzo, la difesa avversaria toglie dai piedi di Colombi il pallone del possibile pari, il rimpallo favorisce Taddei, che mette di poco a lato alla sinistra di Greci. Al 46’ una bella acrobazia di Colombi non ha fortuna, mentre un minuto dopo un tiro di Spinosa finisce alto sulla traversa. La prima frazione si chiude quindi con un 1-0 in favore della Fezzanese, ma i padroni di casa hanno dominato, in particolare in fase offensiva e avrebbero meritato quanto meno il pareggio. Mentre le squadre si avviano verso gli spogliatoi Ascoli va verso la giacchetta nera per chiedere spiegazioni sul gol annullato e viene espulso.

Il secondo tempo inizia con lo stesso spartito dei primi 45’: Sanremese in attacco a testa bassa, Fezzanese in difesa, pronta a ripartire in contropiede. Scarella rileva sulla destra in difesa Maggi. Le azioni offensive biancoazzurre sono animate da Spinosa e Lo Bosco. Il primo al 51’ calcia debolmente tra le braccia di Greci a pochi passi dalla linea di porta. Tre minuti dopo Lo Bosco sfiora il gol con una bella conclusione che avrebbe meritato miglior sorte. Spinosa ha altre buone occasioni, in particolare su calcio di punizione, ma la fortuna non lo accompagna, poiché un tiro va fuori di poco e un altro si infrange sulla barriera.

A questo punto, la Sanremese rinforza il reparto offensivo con Scalzi che prende il posto di Manes. Likaxhiu va a fare il centrale difensivo. La Fezzanese si fa vedere solo in contropiede con Diallo al 68’ e l’attaccante per poco non trova il gol del 2-0. La gara resta saldamente nelle mani dei biancoazzurri che però non riescono a sfondare. Ci prova Demontis su punizione al 70’, Colombi al 71’, Scalzi colpisce una traversa dal limite su calcio piazzato un minuto dopo e Lo Bosco all’83’ calcia sull’esterno della rete.

La porta della Fezzanese sembra stregata. Il gol del pareggio arriva a due minuti dalla fine: lo segna Lo Bosco con una gran girata in area che non lascia scampo a Greci. Ma Sicurello di Seregno annulla nuovamente, stavolta perché in precedenza l’arbitro stesso aveva toccato il pallone in maniera involontaria e, in base al regolamento, l’azione deve essere considerata nulla.

Nei minuti di recupero Scalzi serve Taddei che scaglia un potente tiro che finisce di pochissimo a lato. E’ l’ultima azione degna di nota di una gara davvero sfortunata per la Sanremese. Finisce così, con la vittoria degli ospiti, in un modo sicuramente amaro per i biancoazzurri che escono sconfitti nonostante la grandissima mole di gioco e le svariate palle gol costruite. La Fezzanese si porta invece a punteggio pieno in classifica.

Il tabellino:

Sanremese – Fezzanese 0-1

Sanremese: Caruso, Maggi (46′ Scarella), Manes (65’ Scalzi), Gagliardini, Bellanca, Taddei, Demontis, Spinosa (82’ Vitiello), Likaxhiu, Colombi, Lo Bosco. All. Nicola Ascoli

Fezzanese: Greci, Castagnaro, Gavini, Cerchi, De Martino, Monacizzo, Saporiti (60’ Mobilio), Diallo, Zavatto, Cantatore (60’ Bongiorni), Grasselli. All. Gabriele Sabatini

Arbitro: Sicurello di Seregno

Rete: 17’ pt Cantatore (r)

Note: Giornata variabile, spettatori 300. Ammoniti Caruso, Colombi, Vitiello (Sanremese), Greci, De Martino, Grasselli (Fezzanese). Espulso l’allenatore della Sanremese Nicola Ascoli al termine del primo tempo. Angoli 9-1 per la Sanremese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.