Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, il Club per l’Unesco della Città dei Fiori aderisce alle Giornate europee del patrimonio

Sabato 21 settembre si andrà alla scoperta del patrimonio botanico del Ponente Ligure nel Parco di Villa Ormond e al Floriseum "Museo del Fiore"

Sanremo. Il Club per l’Unesco di Sanremo aderisce alle Giornate europee del patrimonio per valorizzare una sezione importante del suo patrimonio storico e propone nell’ambito delle passeggiate patrimoniali un itinerario “Alla scoperta della storia e della cultura del Patrimonio Botanico del Ponente Ligure”.

Santo 21 settembre alle 10: appuntamento ingresso Parco Villa Ormond; percorso all’interno del parco per raccontare e vivere il lavoro di Giardinieri e Botanici storici che hanno arricchito il patrimonio del verde ornamentale della Riviera Ligure a partire dalla fine ‘800 con la partecipazione del dottor Claudio Littardi;

Alle 16: sala conferenza Floriseum “ Museo del Fiore”; le dottoresse Loretta Marchi e Barbara Ruffoni (direttrice del CREA di Sanremo) ci racconteranno il contributo di Mario Calvino e della moglie Eva Mameli come innovatori del patrimonio botanico locale. L’evento ha avuto il patrocinio del Comune di Sanremo, del Consiglio d’Europa, Ufficio di Venezia.

La Passeggiata Patrimoniale è concepita e realizzata da coloro che vivono e lavorano in un territorio specifico e con cui hanno particolare affinità storica, culturale, nella memoria e/o di esperienza personale. La Passeggiata Patrimoniale ha come obiettivo principale la promozione della consapevolezza tra i cittadini, intesi come soggetti culturali, della loro interazione con il patrimonio culturale in cui vivono e lavorano e in particolare del beneficio che deriva dal vivere immersi in questo “patrimonio”, tanto per la sua portata storica, quanto per le attuali condizioni.

In particolare, la passeggiata patrimoniale può condurre a svariate conseguenze: scoprire o riscoprire la preziosità
offerta dal territorio in cui si vive; rivivere esperienze personali o fare proprie esperienze degli abitanti/testimoni; scoprire nuovi aspetti di luoghi che si credeva conosciuti nella loro totalità. A questi obiettivi si aggiungono, a ogni passeggiata, nuove sorprese: il riaffioramento di ricordi sepolti, acquisizione di conoscenze, sorpresa e divertimento, emozioni.

La Passeggiata Patrimoniale è uno strumento che interpreta in senso pieno il concetto di diritto al patrimonio culturale: la comunità patrimoniale la usa per testimoniare la propria appartenenza al territorio in cui abita e i visitatori, attraverso di essa, possono arricchire la propria conoscenza e capacità di interpretazione delle dimensioni storiche, sociali e culturali del territorio, delle città e dei quartieri.

È così che i risultati in termini di consapevolezza civica e sviluppo di abilità complesse sono stati sorprendenti. La Passeggiata Patrimoniale diviene l’ambiente di formazione della cittadinanza attiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.