Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi corsi e non solo, riparte alla grande Indomita Sanremo, «Praticare arti marziali e sport da ring si può» foto

L'obbiettivo è garantire ai propri atleti maggiori possibilità di crescita tecnica e fisica

Sanremo. Dopo un’estate di attesa, per gli appassionati di sport da combattimento riaprono i corsi dell’ Indomita Sanremo. Anche quest’anno punta a proporre grandi cambiamenti per garantire ai propri atleti maggiori possibilità di crescita tecnica e fisica.

Ecco le novità

12 H OPEN: come spiegato in un video sulla pagina Facebook “Indomita Sanremo”  si tratta di un’opportunità di allenamento assolutamente unico e mai proposto da nessuno. Questa consiste nel permettere ai propri atleti (e non solo) di allenarsi senza problemi di orario, anche al di fuori corsi che spesso sono troppo impegnativi da seguire con continuità, soprattutto per le persone che lavorano. Il tutto comunque sempre con un insegnate qualificato al proprio fianco. CLICCA QUI  per visualizzare l’orario dei corsi.

KIDS E JUNIOR: la seconda parola d’ordine. Dopo il grande successo dell’anno sportivo passato, l’insegnante e presidente David D’Ambrosio dedicherà molti più spazi alla formazione dei più piccini. “Si sono rivelati atleti eccezionali – spiega D’Ambrosio – con una passione senza fine e, a modo loro, insegnano anche a me. Sono dei piccoli sportivi che nella loro semplicità di bambini sanno imparare tantissimo e dare tanto sia dal punto di vista tecnico che emotivo. Vederli crescere ed accompagnarli alla loro formazione nello sport è stato e sarà sempre un onore ed un privilegio”

SOLO DONNE: rinnovata la collaborazione con l’insegnante di kickboxing Annalisa Bertinotti che continuerà il suo corso tutto al femminile il lunedì e il giovedì dalle 18.30 alle 19.45. E’ un corso che, a detta di quelli dell’Indomita, ha avuto molto più successo del previsto ed è stato molto apprezzato dalle atlete di ogni età. Queste partecipano con la curiosità di rimettersi in forma imparando un arte marziale che troppo spesso viene considerata in modo errato uno sport violento. Ci sarà anche un corso di karate dedicato al pubblico solo femminile che con l’insegnante specializzato nella disciplina Davide Giusta. Questa nobile arte marziale sarà utilizzata come sistema di autodifesa e per fare tanta ginnastica mirata alla preparazione fisica, quindi all’apprendimento di tecniche chiave che vogliono aiutare la praticante ad incrementare la propria autostima con lo scopo di essere in grado di fronteggiare potenziali situazioni avverse.

CORSO MISTO KICK/K1: aperto a tutti novizi, intermedi ed agonisti quest’anno vedrà una nuova fascia oraria. Quindi non solo martedì e giovedì dalle 20 alle 21.30 (che continuerà come negli anni passati), ma ci sarà anche un corso per chi la sera non riesce. Per loro la palestra Indomita apre le porte dalle 13.15 alle 14.30 lunedì e giovedì a partire dalla prima settimana di ottobre.
Quest’anno il direttore tecnico L’insegnante David D’Ambrosio avrà il piacere di essere affiancato nello svolgimento degli stessi dai suoi atleti più anziani in fase di formazione come allenatori e istruttori che hanno dimostrato nel corso del tempo interesse devozione e capacità sia dal punto di vista tecnico che agonistico.

AIKIDO: per gli appassionati di questa nobile disciplina marziale marziale da sabato 14 settembre ricominceranno le lezioni con il Maestro Giovanni Semeria e l’istruttore Fausto Galimberti.

Per concludere il presidente di Indomita Sanremo vuole ancora una volta lanciare un messaggio, già da tempo trasmesso a più riprese sui social, indirizzato a quelli che, pur conl’intenzione di farlo non hanno mai praticato arti marziali o sport da ring, perché non si sentono in grado o, a volte, per paura di farsi del male.

«Per quelli che hanno dubbi, volevo scrivere “due righe” – dice D’Ambrosio – Praticare arti marziali e Sport da ring si può. Anche se non siete più dei ragazzini, anche se non avete mai fatto sport o se avete mille incertezze e mille dubbi si può. Da noi, come credo in quasi tutte le palestre, non esistono solo campioni o futuri campioni, i nostri corsi sono seguiti da persone assolutamente comuni con vari obbiettivi, c’è chi lo fa solo per eliminare lo stress, chi per rimettersi in forma e chi, dopo vari step, entra a far parte del mondo agonistico che – sottolinea David – non è un obbiettivo obbligatorio. Fare Kickboxing, Thai boxe, per citare due arti marziali tra le tante, non vuol per forza dire entrare in palestra e salire su un ring, rischiando (raramente) di farsi o fare male.La strada per salire su un ring è lunga e non obbligatoria e Quelli che hanno la volontà di iniziare a “fare sul serio” lo “sparring” (il combattimento) inizialmente, sappiano che questo viene fatto con molta attenzione e per lo più con l’insegnante stesso o con atleti che hanno l’esperienza sufficiente e il rispetto di non far male. Ripeto: praticare arti marziali si può.Il rispetto in questo sport è la parola d’ordine e chi “tira forte” con atleti di livello tecnico ed esperienza inferiore non è un vero atleta, ma un soggetto che non ha capito niente di questo sport. E così, per la cronaca, nella nostra palestra ha avuto, ha ed avrà sempre”vita breve” perché non ben accetto. Quindi per chi si volesse mettere alla prova, non esitate, fidatevi non ve ne pentirete e con un po’ di buona volontà e costanza raggiungerete i vostri obbiettivi».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.