Quantcast
Tumore al seno

Mese della prevenzione, l’ospedale Borea di Sanremo si tinge di rosa fotogallery

Assessore Viale: «E’ un gesto simbolico ma di grande rilevanza»

Sanremo. La facciata dell’ospedale Borea di Sanremo si è illuminata di rosa, alla presenza della vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale e del direttore generale della Asl1 Marco Damonte Prioli.
Ha preso così il via il mese di ottobre dedicato alla prevenzione del tumore al seno, con l’adesione della Asl1 alla campagna di sensibilizzazione Breast Cancer Campaign (BCC), ideata 26 anni fa da Evelyn H. Lauder che ha lanciato il famoso nastro rosa, suo simbolo distintivo, e l’idea di illuminare di rosa i monumenti e gli edifici di pregio di tutte le principali città, per ricordare l’importanza della prevenzione e dimostrare vicinanza a tutte le donne che stanno affrontando questa malattia.
L’ Asl1 aderisce come ogni anno alla campagna di sensibilizzazione – in sinergia con la LILT Imperia e Sanremo – e dedica l’apertura di un ambulatorio, gestito dal dottor Claudio Battaglia (Responsabile della struttura Senologia Clinica e Breast Unit) dedicato a visite senologiche gratuite rivolte a giovani donne (di età inferiore ai 40 anni), nei giorni 10 e 14 ottobre, con accesso su appuntamento prenotabile chiamando il numero 0184 536932 dalle ore 8.00 alle ore 14.00.

«E’ un gesto simbolico ma di grande rilevanza per incrementare una sempre più aggiornata educazione alla prevenzione tra la popolazione femminile e sensibilizzare la donna sull’importanza dello screening mammografico – dichiara la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale -. La Ligura è una delle Regioni in cui è stata attivata la rete oncologica, indispensabile per migliorare i livelli di appropriatezza, estendere a tutti i cittadini i programmi di prevenzione e risparmiare risorse da utilizzare per velocizzare l’accesso ai farmaci innovativi. Inoltre siamo tra le prime Regioni ad avere attivato le Breast Unit, cinque centri senologici specializzati e multidisciplinari su tutto il territorio, per una presa in carico complessiva delle donne con tumore al seno e abbiamo già da due anni previsto l’esenzione ticket per garantire la diagnosi precoce di questa patologia nelle donne portatrici sane di una mutazione genetica o con elevato rischio genetico equivalente. La prevenzione, accompagnata da un approccio interdisciplinare, sono una priorità per Regione Liguria».

«Rinnoviamo con entusiasmo – spiega il direttore generale, Marco Damonte Prioli – la partecipazione all’iniziativa di prevenzione, che riteniamo una importante occasione per la cittadinanza di informazione e sensibilizzazione, sulla necessità di sottoporsi ad opportuni esami per prevenire i tumori, con l’adesione agli screening. Quest’anno inoltre, grazie alla disponibilità del dr. Battaglia, le giovani donne che non rientrano nella fascia d’età prevista per lo screening mammografico, avranno la possibilità di effettuare una prima importante visita senologica di prevenzione».

commenta