Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maurizio Caridi porta un po’ di Sanremo a Roma per l’”Omaggio a Napoli” foto

Nell’ambito dell’iniziativa “Senato e Cultura”

C’è stata anche un po’ di Sanremo nell’importante appuntamento cultural/musicale svoltosi sabato scorso nell’Aula di Palazzo Madama a Roma, dove la presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati ha presentato un evento che ha accompagnato il pubblico alla scoperta delle eccellenze del capoluogo campano con musica, canto, recitazione, impegno sociale e solidarietà: un “Omaggio a Napoli”, che rientra nell’iniziativa partita lo scorso mese di febbraio e denominata “Senato e Cultura”.

La parte musicale è stata affidata al Coro delle voci bianche del Teatro San Carlo di Napoli, che ha eseguito l’Inno di Mameli ed alla cantante/attrice partenopea Serena Autieri, vera fuoriclasse della musica italiana, che ha deliziato il pubblico con una serie di brani tradizionali della sua città. A chiudere in bellezza la parentesi musicale, il grande ed inossidabile Massimo Ranieri, che ha proposto alcuni capolavori assoluti del repertorio classico napoletano.

Ed ecco comparire Sanremo. Infatti ad accompagnare la Autieri al pianoforte è stato maestro Enzo Campagnoli – anch’esso napoletano – volto conosciuto nella città dei fiori, che ha diretto numerosi cantanti al Festival di Sanremo, che è stato membro della Commissione Esaminatrice di Area Sanremo e che quest’anno ha condotto al Teatro Ariston l’orchestra del concorso canoro “ sanremoJunior”.

La città dei fiori è stata anche in questo caso “al suo fianco”, insieme al sanremese Maurizio Caridi, che ha fatto parte dell’organizzazione dell’evento e che attualmente si sta dedicando all’ambiente discografico musicale ed alla ricerca di nuovi talenti della musica italiana.

«Sono felice di aver provato anche questa nuova esperienza con un’artista che seguo ormai da oltre 6 anni – afferma il Maestro Campagnoli – dato che ritengo che Serena sia una delle migliori espressioni della napoletanità nel mondo. Mi ha riempito d’orgoglio trovarmi in questa manifestazione che ha dato a tutti noi la possibilità di esprimere le eccellenze della mia città e della mia cultura».

Grande soddisfazione anche da parte di Maurizio Caridi: «Sono orgoglioso di essere stato presente a questo evento ed aver portato un po’ di Sanremo a Palazzo Madama. Ringrazio davvero di cuore il Maestro Campagnoli e Serena Autieri per avermi invitato a questo particolare ed interessante omaggio alla cultura partenopea». E conclude: «Durante un colloquio “informale” , alla presenza del presidente della Rai Foa, la presidente del Senato Casellati ha ventilato la possibilità di realizzare un evento simile dedicato alla Regione Liguria ed alla musica della scuola genovese e al Festival di Sanremo, che quest’anno festeggia la 70° edizione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.