Lunedì iniziano le lezioni alla Pascoli prefabbricata, ma manca ancora la verifica di stabilità del muro di sostegno

Incarico affidato all'ingegnere Tommaso Buschiazzo

Sanremo. Il 2 settembre scorso, l’ingegnere Tommaso Buschiazzo è stato incaricato dal Comune di Sanremo di «verificare lo stato attuale di consistenza del muro di sostegno di corso Salvo d’Acquisto», ovvero il muro che sorregge il terrapieno dove sono stati collocati i moduli prefabbricati che da lunedì prossimo accoglieranno gli studenti della scuola Pascoli, giudicata inagibile e chiusa al pubblico con un’ordinanza del 24 luglio scorso.

L’amministrazione comunale ha ritenuto dunque opportuno e doveroso verificare che non vi fossero pericoli per i giovani alunni, i professori e i genitori che accompagnano i figli a scuola, nel sito scelto per installare i container e divenuto un cantiere da agosto. Lo ha fatto, però (almeno stando a quanto riportato in una determina pubblicata sull’albo pretorio) dopo che gli stessi moduli sono stati installati nell’area dove dovranno essere effettuati i controlli.

La speranza è quella che l’ingegnere non riscontri problemi di alcun tipo. In caso contrario l’opzione ‘spostamento temporaneo degli alunni al Sud Est’ dovrà essere rivista. Peccato che la scuola modulare sia stata installata già a fine agosto per essere pronta il 16 settembre. E, inutile ricordarlo, il muro di sostengo di corso Salvo d’Acquisto c’era già.