La Canottieri Santo Stefano al Mare conquista ottimi piazzamenti al “Trofeo Vacchino”

Il miglior risultato è stato ottenuto Arianna Ramella, che nella categoria Allievi B2, dopo aver vinto la batteria del sabato, ha battuto nettamente tutte le avversarie anche nella finale A di domenica mattina

Santo Stefano al Mare. Sono state 9 le squadre che si sono date battaglia nel “Trofeo Vacchino” di canottaggio, riservato ai giovanissimi atleti di meno di 14 anni, che quest’anno ha anticipato di un mese la tradizionale collocazione di fine ottobre. La regata si è svolta nel porto di Sanremo sulla distanza dei 500 m e la Canottieri S. Stefano al Mare ha schierato al via 9 giovani atleti.

Il miglior risultato è stato ottenuto Arianna Ramella, che nella categoria Allievi B2, dopo aver vinto la batteria del sabato, ha battuto nettamente tutte le avversarie anche nella finale A di domenica mattina. Oltre al primo posto di Arianna, tutti gli altri ragazzi si sono bene comportati: ricordiamo i piazzamenti nelle finali A delle rispettive categorie di Linda Muratore, Ginevra Roà e Rebecca Berenato, e nelle finali B di Gianpaolo Marvaldi, Francesco Russo, Laura Franceschini, Isabella Roà e Manuel Garibaldi; tutti questi risultati hanno permesso alla Canottieri di piazzarsi al 6° posto nella classifica finale a squadre.

Soddisfazione anche per Andrea Ramella, papà di Arianna, e Massimo Donzella, allenatori della società: «Ancora una volta dobbiamo sottolineare come tutti i ragazzi si siano comportati molto ben, non solo dal punto di vista agonistico. Questo appuntamento rappresenta la gara più vicina a noi e quest’anno ha rappresentato la ripresa dell’attività dopo la pausa estiva; la stagione non è ancora finita e ci aspettano altre trasferte anche lontane. Un ringraziamento particolare naturalmente va, oltre che ai ragazzi per il loro impegno, anche ai genitori, che hanno sempre sostenuto i propri figli e li hanno seguiti in questa loro attività».

Nello stesso week end, si è svolta in Ungheria una kermesse riservata ad atleti master e anche qui Marta Ardissone si è messa in luce, conquistando in varie specialità 3 medaglie di bonzo ed una di argento, sfiorando di poco la medaglia d’oro.