Quantcast

202° anniversario della polizia penitenziaria, le celebrazioni a Imperia foto

Presenti i reparti di polizia penitenziaria della casa circondariale di Imperia e della casa di reclusione di Sanremo

Imperia. Si è tenuto nella mattinata di giovedì 26 settembre, anche nella provincia di Imperia, il 202° Anniversario di Fondazione del Corpo di Polizia Penitenziaria, presso la casa di reclusione di Sanremo, alla presenza delle massime autorità provinciali e locali.

Alla cerimonia si sono uniti i reparti di polizia penitenziaria della casa circondariale di Imperia e della casa di reclusione di Sanremo. Il picchetto, composto da personale dei due reparti, ha reso gli onori al Gonfalone della provincia di Imperia, decorato di medaglia d’oro al valor militare. Presenti altresì alla cerimonia i Gonfaloni della Città di Sanremo e dell’associazione nazionale polizia penitenziaria, unitamente ad una folta rappresentanza di personale di polizia penitenziaria in quiescenza.

Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale, si è data lettura dei messaggi ed indirizzi di saluto del capo dello stato, presidente Sergio Mattarella, del Ministro della Giustizia, onorevole Alfonso Bonafede, e del capo del dipartimento dell’amministrazione Penitenziaria, presidente Francesco Basentini, in occasione della Festa Nazionale tenuta a Roma, in piazza del Popolo, l’8 luglio u.s. Dopo la lettura dei messaggi, il direttore della casa di reclusione di Sanremo, dottoressa Cristina Marré, insediatasi nel mese di luglio, ha rivolto un indirizzo di saluto a tutti gli ospiti, ringraziando il personale per l’accoglienza riservata, le organizzazioni sindacali per l’approccio costruttivo dimostrato ed il dottor Francesco Frontirré, suo predecessore, per il lungo e qualificato servizio prestato nella sede sanremese.

Successivamente, anche a nome del comandante della casa circondariale di Imperia, commissario coordinatore dottoressa Lucrezia Nicolò, il comandante in missione della casa di reclusione di Sanremo, commissario coordinatore dottor Andrea Zagarella, ha illustrato l’intensa e complessa attività operativa dei due Reparti, impegnati in plurime specialità, intramurali e sul territorio, a testimoniare il grande spirito di servizio e l’encomiabile professionalità del personale di polizia penitenziaria, al servizio del Paese.

Nell’occasione è stato reso omaggio ai caduti del corpo, rivolgendo un commosso pensiero ai colleghi delle due sedi deceduti nel corso dell’anno. In chiusura, il dottor Francesco Frontirrè, attuale direttore della casa circondariale di Imperia e per lungo tempo direttore della casa di reclusione di Sanremo, unendosi ai ringraziamenti al personale, ha ripercorso la storia, umana e professionale della casa di reclusione di Sanremo e gli obiettivi della casa circondariale di Imperia, significando come, anche a seguito della soppressione della casa circondariale di Savona e del conseguente ampliamento del bacino di utenza, la Città di Imperia necessiti di un nuovo Istituto, con maggiore disponibilità di posti.

Numerosi sono infatti gli interventi deflativi interessanti la casa circondariale di Imperia disposti dall’amministrazione penitenziaria. La cerimonia solenne ha avuto conclusione con l’esecuzione di due pezzi a pianoforte da parte dell’Ispettore di polizia penitenziaria della casa di reclusione di Sanremo Vincenzo Caso, momento musicale culminato con l’Inno Ufficiale del corpo di polizia penitenziaria “Siamo tutti figli tuoi”, con la resa degli onori ai Gonfaloni ed un vin d’honneur con la partecipazione del personale, delle autorità, dei cittadini e di tutti i gentili ospiti intervenuti, che si coglie l’occasione di ringraziare nuovamente per la sentita partecipazione.